AMPLIFICATORI SPACCIATI PER APPARECCHI ACUSTICI: LE AUTORITA' VIETANO L' USO DI PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE

Mercoledì, 06 Dicembre 2017

 “Siamo soddisfatti del provvedimento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato contro Shoplandia e V.V. e della decisione del Tribunale di Ferrara di accogliere positivamente l’istanza cautelare che abbiamo portato avanti insieme con l’Associazione Nazionale Audioprotesisti”. Esordisce così Gianni Gruppioni, presidente di A.N.A.P. - Associazione Nazionale Audioprotesisti Professionalicommentando i recenti sviluppi nella vicenda di Shoplandia e V.V., aziende distributrici di Ghostun amplificatore acustico pubblicizzato e venduto come soluzione acustica senza averne le caratteristiche previste per legge. La vicenda ha inizio nel 2015 quando in televisione, sui social network e tramite un’attività di vendita porta a porta, Shoplandia e V.V. cominciano a pubblicizzare Ghost, un amplificatore acustico, presentandolo però come apparecchio acustico in grado di risolvere i problemi uditivi. Nei giorni scorsi l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha definito le modalità di vendita di Ghost “una pratica commerciale scorretta” nei confronti dei consumatori italiani. A questo provvedimento dell’AGCM si è aggiunto quello del Tribunale di Ferrara, che ha ordinato l’immediata cessazione dell’attività promozionale su Ghost portata avanti tramite “forme di pubblicità ingannevole".


 


La vicenda giudiziaria ha accertato che Shoplandia e V.V. giocavano sulla confusione tra “amplificatore acustico” (Ghost) e “apparecchio acustico” che sono invece dispositivi molto diversi. Gli amplificatori acustici possono essere paragonati a una lente di ingrandimento: amplificano infatti nella stessa misura tutti i suoni e sono usati occasionalmente nelle situazioni in cui è necessario un aiuto per favorire le normali capacità uditive, ma non rappresentano una soluzione per chi ha problemi di udito. Gli apparecchi acustici sono invece dei dispositivi medici registrati presso il Ministero della Salute in classe IIa, la cui necessità è certificata dalla prescrizione di un medico, scelti e adattati alle esigenze della singola persona da un audioprotesista qualificato dopo un accurato esame dell’udito. Si tratta quindi di dispositivi altamente tecnologici, che possono essere personalizzati sulla base delle esigenze individuali e delle abitudini di vita. “Ci siamo impegnati per fare chiarezza su Shoplandia e V.V., perché l’attività che stavano portando avanti con Ghost era pericolosa per la salute degli italiani. Gli amplificatori – commenta Gianni Gruppioni –sono prodotti standardizzati che possono essere usati da persone che non hanno un problema di udito per periodi molto brevi per amplificare i suoni in alcune situazioni. Non possono certo essere equiparati agli apparecchi acustici, che sono invece dispositivi medicali altamente tecnologici che vengono programmati dall’audioprotesista per adattarsi alle esigenze della singola persona, così da compensare la perdita d’udito. A rendere ancora più grave l’attività portata avanti da Shoplandia e da V.V. è stato l’utilizzo, per la vendita del prodotto, di persone non formate prive di conoscenze nel campo dell’udito e delle protesi acustiche e quindi non autorizzate a dare consigli per il benessere dell’udito. Tengo a sottolineare che in Italia l’unico soggetto abilitato per legge alla correzione dei problemi dell’udito è il tecnico audioprotesista, che ha effettuato uno specifico percorso universitario di tre anni”.


 


Ci auguriamo che la vicenda Ghost sia definitivamente conclusa e che serva da lezione perché non vengano più messi in atto espedienti simili, pensati per aggirare la normativa italiana in materia di apparecchi acustici. La tutela e la salvaguardia dell’udito devono infatti essere affidate a professionisti laureati e costantemente formati come sono gli audioprotesisti e non lasciate nelle mani di persone guidate solo da interesse commerciali”, conclude Gruppioni.


 


Ufficio stampa PR21

Autore

Antonella

File disponibili

Nessun file caricato

Informazioni

Copyright © 2013-2016 Associazione okmedicina.it

TEL. 391.318.5657 

Roma

Riproduzione riservata anche parziale

Lavora con noi

Informativa

Informativa ai sensi della legge n. 196/03 sulla tutela dei dati personali, Avvertenze di rischio e Termini e condizioni di utilizzo

I Contenuti a disposizione degli utenti hanno finalit? esclusivamente divulgative, non costituiscono motivo o strumento di autodiagnosi o di automedicazione, raccomandiamo di rivolgersi sempre al medico curante.

Read more aboutwhatsapp download