Primo caso di influenza a Pavia

Giovedì, 07 Dicembre 2017

I medici del Policlinico San Matteo di Pavia hanno isolato per la prima volta il virus H1N1 responsabile dell’influenza stagionale. Il virus è stato isolato su un bambino di 4 anni di origine egiziana ricoverato in ospedale in seguito a febbre alta, inappetenza e vomito. Colpito dall’influenza, il piccolo aveva sviluppato una forma di bronchiolite.
"Il campione tampone nasale raccolto - spiegano i virologi dell'ospedale - è risultato positivo per influenza A H1N1 con carica virale di 652.500 copie/ml".  
"Questo primo caso - spiega Fausto Baldanti, responsabile dell'Unità di Virologia Molecolare del San Matteo - sottolinea la necessità e l'urgenza di provvedere alla vaccinazione anti-influenzale dei pazienti a rischio come malati anziani, cardiopatici, con patologie respiratorie croniche, pazienti immunodepressi e in chemioterapia".
 
 
 
 
 
"Inoltre - continua lo specialista - è consigliabile la vaccinazione a tutto il personale sanitario per interrompere la catena epidemiologica che può colpire i pazienti ricoverati o che accedono alle cure e ai contatti famigliari dei pazienti fragili. Il vaccino, per essere efficace necessita la stimolazione del sistema immunitario che deve avvenire qualche settimana prima dell'evento che può portare all'infezione. Pertanto è consigliata la vaccinazione quanto prima e, comunque, almeno due-tre settimane prima del picco influenzale che solitamente è previsto per la fine di dicembre-inizio di gennaio".

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Informazioni

Copyright © 2013-2016 Associazione okmedicina.it

TEL. 391.318.5657 

Roma

Riproduzione riservata anche parziale

Lavora con noi

Informativa

Informativa ai sensi della legge n. 196/03 sulla tutela dei dati personali, Avvertenze di rischio e Termini e condizioni di utilizzo

I Contenuti a disposizione degli utenti hanno finalit? esclusivamente divulgative, non costituiscono motivo o strumento di autodiagnosi o di automedicazione, raccomandiamo di rivolgersi sempre al medico curante.

Read more aboutwhatsapp download