Micosi dei piedi, ecco come si curano

Giovedì, 10 Gennaio 2019

In gergo si chiamano micosi: sono delle infezioni generate da funghi che come i batteri, possono moltiplicarsi nell’organismo umano.

Sono particolarmente presenti in pazienti che abbiano ridotte difese immunologiche, come nel caso di portatori di trapianti d'organo o di pazienti sottoposti a chemioterapia. I chemioterapici diminuiscono i globuli bianchi che rappresentano una prima barriera contro l'invasione di microrganismi, funghi inclusi.

 
Le micosi di cui si vuol parlare in questo articolo non sono queste forme gravi, ma sono quelle di tipo benigno,spesso senza alcuna sintomatologia e particolarmente frequenti in questo periodo, al ritorno delle vacanze.

L'infezione si contrae soprattutto nelle piscine e al mare, molto meno in collina o in montagna. L'alta temperatura dell’ambiente, l'umidità e la concentrazione di molte persone in spazi ristretti sono fattori favorenti la sopravvivenza e la proliferazione dei funghi.

Normalmente si viene infettati nuotando nelle piscine e camminando a piedi nudi sulla sabbia, soprattutto in riva al mare, utilizzando teli, asciugamani e lettini, che sono stati utilizzati anche da altri.

L'umidità della pelle dopo il bagno in mare tende a favorire lo sviluppo dei funghi, per cui è buona regola sottoporsi ad abbondante doccia e ad asciugarsi subito dopo il bagno. I funghi tendono a localizzarsi nelle pieghe cutanee, sotto le unghie e nei piedi.

Questi funghi noti con il nome di dermatofiti non sono in grado di nutrirsi in modo indipendente, si nutrono di cheratina, il primo strato cutaneo e tendono poi a penetrare all’interno del derma e negli annessi cutanei a livello dei bulbi piliferi, inclusi quelli dei capelli.

Va sottolineato che non tutti coloro che entrano in contatto con i funghi sviluppano necessariamente un’infezione, perché molti tipi di cute, per varie ragioni non sono favorevoli all’attecchimento. 


Nel caso si abbia il sospetto di un’infezione da funghi è bene intervenire rapidamente ricorrendo al proprio medico. E' bene non pasticciare con pomate, intrugli o medicine prestate da parenti ed amici per evitare che l’infezione continui a persistere e possa diffondersi.


Tratto dal sito

http://www.marionegri.it/Infezioni_+micosi_+ecco+come+si+curano/16942,Comunicati.html 

Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Tour del sito