Chirurgia Plastica e Medicina Estetica Chirurgia Plastica e Medicina Estetica

9 mesi di agonia per una liposuzione

Venerdì, 13 Aprile 2018

Un intervento di liposuzione a fianchi, addome e gambe si è risolto in un’agonia di 9 mesi e infine nel decesso di una donna di 36 anni.
La donna, di origine rumena, si era sottoposta all’intervento presso un centro di chirurgia estetica di Milano. Ora il medico che l’ha operata, Mattia Colli, è indagato dalla procura milanese per omicidio colposo.
 
 
 
 
Dopo essere stata operata il 5 luglio scorso, la donna ha cominciato subito ad avvertire dolore, febbre e fibrillazioni cardiache. Nessuno però si rende conto della gravità della situazione e la donna riparte per la Romania, dove però le sue condizioni peggiorano. È affetta da fascite necrotizzante, un’infezione batterica che colpisce gli strati profondi della pelle. Affrontata troppo tardi, l’infezione resiste all’impiego della terapia antibiotica e la donna alla fine muore.
L’ipotesi della procura è che qualcosa nel protocollo seguito dalla clinica privata non sia stato rispettato e che vi possano essere delle responsabilità del chirurgo che ha operato la donna. I giudici hanno subito disposto un’autopsia per indagare a fondo i motivi della morte della donna.

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito