Mangiare placenta non serve a niente

Lunedì, 04 Dicembre 2017

Nessun effetto benefico associato al consumo di placenta. Uno delle leggende popolari più in voga fra le neo-mamme in questi ultimi anni sembra perdere consistenza in seguito a uno studio dell’Università del Nevada di Las Vegas pubblicato su Women and Birth.
Gli scienziati hanno verificato che l’assunzione di capsule di placenta, pratica di tendenza soprattutto fra le star di Hollywood, non abbia sostanzialmente alcun effetto sull’umore postpartum, sul legame materno o sull’affaticamento.
 
 
 
 
Se le star preferiscono gli integratori in vendita negli Stati Uniti e altrove, molte mamme passano direttamente alle vie di fatto mangiando la placenta espulsa durante il parto. La pratica è facilitata dal parto in casa, ma si moltiplicano i casi di donne che hanno accesso alla placenta anche dopo il parto in ospedale, grazie a medici e infermieri compiacenti.
Anche uno studio precedente, pubblicato su Archives of Women’s Mental Health da esperti della Northwestern University, aveva escluso ogni reale beneficio associato alla pratica.
L’ultimo studio ha coinvolto 12 donne che hanno assunto capsule di placenta e 15 che hanno assunto pillole di placebo nelle settimane successive al parto.
I dati indicano che la placenta non aveva avuto alcun effetto su umore e stanchezza, ma si registravano cambiamenti nelle concentrazioni ormonali delle madri.

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito