Trasfusioni di sangue e staminali in utero, è la prima volta

Lunedì, 28 Maggio 2018

Un feto di 6 mesi ha ricevuto per la prima volta al mondo trasfusioni di sangue e un trapianto di cellule staminali attraverso il cordone ombelicale.
Le staminali sono state ricavate dal midollo osseo della madre per trattare la malattia genetica di cui è affetto il feto, l’alfa talassemia maggiore, patologia spesso letale.

 

Le trasfusioni sono state provvidenziali per portare a termine la gravidanza. Lo scorso febbraio la bambina è nata, anche se i medici non possono ancora dire se il trapianto di staminali è stato sufficiente a curare la malattia. L’intervento è stato eseguito presso l’Ucsf Benioff Children’s Hospital di San Francisco.
La tecnica, in caso di successo, potrebbe rivelarsi utile anche per malattie come l’anemia falciforme, l’emofilia e altre malattie ereditarie.
Per il momento la bambina sta bene, anche se deve affrontare periodiche trasfusioni di sangue come le altre persone affette da questo tipo di patologia.

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito