Urologia/ Andrologia. Dr Andrea Militello Urologia/ Andrologia. Dr Andrea Militello

alimentazione di soggetti con calcoli di ossalati di calcio

Domanda iniziata da Frank 3 mesi
Buongiorno
Sono Francesco Ho 49 anni e circa due anni fa a seguito di coliche renali dopo un trattamento a base di calmanti per fortissime coliche appunto e febbre alta per molti giorni, sono stato
sottoposto a litotrissia endoscopica per un calcolo uretrale di grosse dimensioni.
Dopo alcuni mesi ho fatto dei nuovi controlli in quanto il rene interessato (sx) è rimasto sempre dolente, ma in ospedale oltre a rassicurarmi che non vi fossero problemi al rene in questione anche se vi fosse una minuscola formazione (calcolo) mi è stato riferito che il dolore non proveniva dal rene, senza tuttavia dare altre ipotetiche strategie d'indagine.
Il dolore al rene è sempre tutt'ora presente, ed attualmente sono in attesa di effettuare un'ecografia in quanto si è molto accentuato con gli stessi sintomi di quando ebbi le coliche.
Vi chiedo gentilmente se esiste un metodo d'indagine differente da TAC per affermare con estrema certezza che il dolore non provenga dal rene, lo stesso dolore prima dell'evento delle coliche e successiva litotrissia non era assolutamente percepibile.
Inoltre mi sarebbe di forte aiuto in virtù della composizione di ossalati di calcio del calcolo espulso, capire se esiste una dieta mirata,affinché quanto meno riducano l'insorgere di questa fastidiosa problematica.
Vi ringrazio anticipatamente di cuore
Francesco P.
Devi essere un membro di questo gruppo prima di poter partecipare a questa domanda
Riccardo Antinori
Riccardo Antinori
Ti consiglio una visita con ecografia dal Prof Guido Giusti a Milano
2 mesi
Frank
Frank
La ringrazio dottoressa
Informazioni molto preziose.
2 mesi
Dott.ssa Camodeca Maria Carla (Patologo Clinico)
Dott.ssa Camodeca Maria Carla (Patologo Clinico)
Salve x valutare se ci sono lesioni renali o di altri organi coinvolti in questo processo infiammatorio. ..la Tac è un esame strumentale molto indicato. ...con mezzo di contrasto
2 mesi
Frank
Frank
Gentilissima Dottoressa Camodeca
Intanto la ringrazio per l'attenzione e preciso che la mia domanda circa l'indagine differente da TAC, per affermare che il dolore non provenga dal rene oggetto di intervento di litotrissia, non era intenzionale quali disprezzativo della stessa diagnostica.
Il mio quesito è riproponendolo in diversa forma, esistono in medicina, nefrologia,urologia, dei metodi di indagine tali da appurare la corretta funzionalità del rene e/o eventuali lesioni/danni a seguito di litotrissia endoscopica o altro ancora per poter far luce sulle cause del dolore sempre presente sul rene a distanza di oltre due anni dall'intervento?!
Ricordo che prima di tale evento non era presente nessun problema a livello dei reni.
Riguardo la corretta alimentazione mi domando, il medico curante non dovrebbe dare specifiche indicazioni in merito, o è necessario rivolgersi ad un nutrizionista?!
Ringrazio anche il sig. Riccardo per la sua partecipazione che mi servirà da spunto per fare maggiore attenzione sulla problematica alimentazione.
Spero di avere presto una sua risposta Dottoressa Camodeca
Grazie e a presto. I
2 mesi
Riccardo Antinori
Riccardo Antinori
Sono un paziente come te...
La dieta deve essere antilitogena ed antiipertensiva e dovrà avere le seguenti caratteristiche:
a.. Elevato consumo di acqua 2/3 litri al giorno
b.. Scarso uso del cloruro di sodio (sale)
c.. Moderato apporto di proteine di origine animale
d.. Limitato consumo di acido ossalico
e.. Normale introduzione di calcio
f.. Aumentato apporto di potassio, magnesio e citrato
g.. Elevato consumo di fibre vegetali
h.. prevede poca carne e salumi (non più di 3,4 volte alla settimana) e sale (35 grammi al giorno).
i. pochi verdure come spinaci e rughetta e te verde
continua su www.italiasalute.it/5985/…
2 mesi
Dott.ssa Camodeca Maria Carla (Patologo Clinico)
Dott.ssa Camodeca Maria Carla (Patologo Clinico)
La Tac è un esame molto preciso e diagnostico
2 mesi
Dott.ssa Camodeca Maria Carla (Patologo Clinico)
Dott.ssa Camodeca Maria Carla (Patologo Clinico)
Salve x calcoli di ossalato di calcio dovrebbe diminuire la quantità di proteine animali nella dieta e limitare al massimo l assunzione di sodio e alimenti salati. ...sale da cucina
2 mesi

File disponibili

Nessun file caricato

Domande correlate