cover photo

Malattie Infettive

Iscriviti al Gruppo
  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    3 giorni fa

    Scoperti nuovi potenti antibiotici

    L’antibiotico-resistenza è una minaccia seria per la salute dell’uomo. Per questo, negli ultimi tempi i ricercatori hanno ripreso a sviluppare nuovi...

    Malattie Infettive
  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    1 settimana

    Il ritorno della zanzara killer

    Aleggia sull’Europa una minaccia sanitaria non indifferente. Gli esperti del Centro Europeo per il Controllo delle Malattie (Ecdc) hanno annunciato...

    Malattie Infettive
  • Riccardo Antinori Malattie Infettive
    2 settimane

    Pericolo batteri ospedalieri
    Urgente bloccare la diffusione di antibiotici nei mangimi degli allevamenti
    Per le infezioni contratte in ospedale e spesso correlate all'antibioticoresistenza muoiono circa 7mila persone solo in Italia.    Gli antibiotici sono uno strumento essenziale per contrastare diversi tipi di infezione, ma l'utilizzo eccessivo e inappropriato ne limita l'efficacia, dando vita ad una delle più gravi minacce alla salute pubblica.
    Ma bisogna sottolineare che il mancato l'obiettivo di proibire l'utilizzo profilattico di routine degli antibiotici negli allevamenti è una delle cause principali del problema, e tutti ne tacciono l’esistenza
    I batteri resistenti più comunemente riportati nel rapporto sono stati Escherichia coli, Klebsiella pneumoniae, Staphylococcus aureus e Streptococcus pneumoniae e molti di essi quali trovano nei nostri
    Servono politiche di ricerca e di investimento per rendere disponibili nuovi farmaci efficienti, economici e soprattutto a disposizione di tutti.

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 settimane

  • Riccardo Antinori Malattie Infettive
    2 settimane

    Vaccini sbagliati e l'epidemia dilaga... chi pagherà? Nessuno come al solito.
    Secondo l'Istituto Superiore di Sanità quella di quest'anno è stata una epidemia critica paragonabile per incidenza e diffusione solo a quella del 2004 e destinata a durare ancora altre settimane restando ad un livello di alta intensità.
    L'ultimo bollettino Influnet dell'Istituto superiore di sanità segnala circa 794.000 italiani a letto in una settimana, mentre dall'inizio della sorveglianza epidemiologica sono già circa 4.728.000 i casi nel nostro Paese. Alla fine dell'epidemia si stima che saranno più di 6 milioni gli italiani e probabilmente si arriverà anche vicino a 8. Secondo i dati Iss, in Italia sono 381 i casi gravi registrati, 64 dei quali deceduti. Nell'ultima settimana sono stati segnalati altri 18 casi gravi e 3 decessi.

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    3 settimane

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    3 settimane

  • Antonella ha creato un nuovo articolo

    3 settimane

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    3 settimane

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    4 settimane

  • Riccardo Antinori Malattie Infettive
    1 mese

    L'influenza è al picco stagionale
     Nella seconda settimana del 2018 il numero di casi è stabile rispetto alla
    settimana precedente. La lieve flessione della curva epidemica ci fa ben
    sperare che le ultime due settimane rappresentino il picco epidemico stagionale.

     Il livello di incidenza in Italia, nella seconda settimana del 2018, è ancora
    “Molto Alto” ed è pari a 13,73 casi per mille assistiti.
     La fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei
    cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a circa 30,8 casi per mille
    assistiti e quella tra 5 e 14 anni pari a 15,9. L’incidenza nei giovani adulti è
    pari a 13,8 e negli anziani a 7,8 casi per mille assistiti.
     Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 832.000, per
    un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 3.883.000 casi.
     In tutte le Regioni italiane il livello di incidenza è pari o superiore a dieci
    casi per mille assistiti tranne in Friuli V.G., Veneto e P.A. di Bolzano.

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    1 mese

    Lavastoviglie covo di batteri e funghi

    Meglio non chiedersi cosa può esserci nella nostra lavastoviglie. La risposta potrebbe essere inquietante. Uno studio delle Università di Copenaghen...

    Malattie Infettive
  • Riccardo Antinori Malattie Infettive
    1 mese

    L'influenza che sta bloccando gli ospedali non è ancora quella Australiana
    Il virus particolarmente aggressivo quello che ha colpito l’Australia e che si sta diffondendo anche nel Regno Unito, per adesso ha fatto solo pochi casi in Italia e non particolarmente allarmanti.
    Aspettiamo e nel frattempo chi ha i sintomi dovrebbe ricordarsi di stare in casa o circolare con la mascherina come fanno in Giappone. Ma da noi è impossibile!

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    1 mese

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    1 mese

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    1 mese

    100 anni fa la Spagnola fece paura al mondo

    Poco meno di un secolo fa fece la sua tremenda comparsa la Spagnola, la più famosa pandemia influenzale della storia. Nel giro di soli 6 mesi, fra...

    Malattie Infettive
  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    1 mese

    Influenza, si avvicina il picco

    Nella settimana delle feste natalizie l’influenza ha colpito in maniera decisa, con un’incidenza che arrivata a 11,11 casi per mille assistiti. Dal...

    Malattie Infettive
  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 mesi

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 mesi

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 mesi

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 mesi

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 mesi

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 mesi

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 mesi

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    2 mesi

    L’influenza fa più male agli uomini

    Ora a dirlo è la scienza: gli uomini soffrono più delle donne per gli effetti dell’influenza. Non ci sarebbero quindi simulazione o esagerazione dei...

    Malattie Infettive

Una pagina per chiarire i dubbi sulle Malattie infettive.

In questo gruppo parliamo dei problemi riguardanti le malattie colon-retto-ano. Qui potrai inserire le tue domande, chiarire i tuoi dubbi, leggere gli articoli degli specialisti, contattare i medici, segnalare le strutture sanitarie specializzate, commentare i messaggi degli utenti, mettere 'mi piace', raccontare la tua esperienza personale e scambiare informazioni con persone che condividono la tua stessa malattia.

Categoria
Malattie infettive
Creato
Giovedì, 15 Ottobre 2015
Amministratori Gruppo
Dario Di Pietro, Antonella, Isabel Zolli, Massimo Douglas Zacco
Visualizza tutti gli articoli Visualizzando 100 di 105 Articoli
  • Matteo90
    rottura preservativo e sintomi...paura per hiv
    Iniziata da Matteo90 Mercoledì, 15 Novembre 2017 3 risposte

    Innanzitutto deve farsi visitare da un medico. Si tratta comunque di sintomi comuni a varie infezioni, è impossibile stabilire un'infezione da Hiv sulla base di sintomi.
    Quindi per ritrovare tranquillità, nell'ordine visita medica ed eventualmente test. Buona giornata.

    Ultima risposta di Sperelli il Giovedì, 16 Novembre 2017
  • max799
    paura lebbra
    Iniziata da max799 Domenica, 07 Agosto 2016 2 risposte

    non ho fatto caso se avesse danni cutanei , comunque ho fatto varie indagini sulle mie condizioni ,e il testosterone mi e calato e mi sta calando sempre di più esempio testosterone totale a aprile 2,8 ( valori medi 2,8 -8,0), oggi 2,1 con conseguente totale impotenza asessualita , e debolezza il mio dottore non mi sa aiutare , l'unica cosa che mi ha fatto e indirizzato presso un'endocrinologo il quale mi ha richiesto degli esami come risonanza magnetica al cervello , ed ecografia addome , dagli ultimi esami fatti risulta oltre testosterone sempre più basso , prolattina alta 31,35 valori di riferimento max 13,01 e dall'emocromo nella formula leucocitaria ho i basofili bassi a 0,1 valori riferimento minimo 0,15 e linfociti alti 3,8 valori rif 3,4 max allora mi saprebbe dire cosa potrebbe essere accaduto ? i sintomi che ho perché son partiti dopo rapporto sessuale ? conoscete qualcuno che mi può aiutare ?mi sento talmente debole che sto valutando di lasciare il lavoro anche se dopo non saprei come vivere..

    Ultima risposta di max799 il Domenica, 19 Marzo 2017
  • anonimo1974
    guarire da hiv
    Iniziata da anonimo1974 Sabato, 24 Dicembre 2016 1 Risposta

    L'iItituto Spallanzani di Roma è una dei centri più avanzati

    Ultima risposta di Riccardo Antinori il Lunedì, 26 Dicembre 2016
  • Nike
    hiv
    Iniziata da Nike Lunedì, 25 Luglio 2016 1 Risposta

    Assolutamente no.
    Non c'è rischio di contrarre l'infezione frequentando piscine o bagni comuni. Il cloro e diversi altri disinfettanti uccidono l'HIV e la diluizione rende estremamente bassa la concentrazione del virus.

    Ultima risposta di Riccardo Antinori il Venerdì, 12 Agosto 2016
  • mastino979
    PAURA HIV
    Iniziata da mastino979 Martedì, 24 Maggio 2016 1 Risposta

    Ciao mastino979, l'HIV viene trasmesso con lo scambio di sangue, attraverso rapporti sessuali non protetti (vaginali, orali, anali), trapianti di organi, da madre sieropositiva a figlio durante la gravidanza (non conosco altre modalità non riconducibili alle suddette). Lo scambio di saliva non dovrebbe rappresentare un pericolo per la trasmissione del virus. Questo è ciò che so, NON SONO UN MEDICO e dunque il mio commento potrebbe anche essere sbagliato. Chiedere consiglio al proprio medico credo sia sempre la cosa migliore da fare. Saluti

    Ultima risposta di Eric Cartman il Martedì, 24 Maggio 2016
  • silvy
    DUBBI E NON SOLO...
    Iniziata da silvy Mercoledì, 13 Aprile 2016 1 Risposta

    Ti consiglio di fare un esame delle urine. solo per levarti cattivi pensieri e tranquillizzarti definitivamente.

    Ultima risposta di Riccardo Antinori il Lunedì, 16 Maggio 2016
Visualizza tutte le domande Visualizzando 6 di 6 domande

Tour del sito