sindrome gambe senza riposo, ictus, demenza soggetto 88 anni (mamma)

Domanda iniziata da filippo 7 mesi

Salve, Mia madre ha 88 anni, ha subito due ictus, ha la sindrome delle gambe senza riposo che ormai non si controlla più. A parte il deperimento cognitivo severissimo, adesso ha allucinazioni, stati confusionali, reazioni aggressive, non dorme quasi più. Non si sa più con che farmaci intervenire: le benzodiazepine le scatenano la sindrome, qualche anno fa abbiamo dovuto disintossicarla dalla morfina. Assume sintrom. Ultimamente l'abbiamo disintossicata dal Lyrica e dal Targin, perché non connetteva più. E' quasi ferma, si alza solo per andare in bagno con ausili. Ha subìto un'intervento di  protesi al collo del femore, che le ha sfondato l'osso. Una situazione davvero pessima. Avremmo bisogno di mettere a punto una terapia farmacologica per tenere sotto controllo la sindrome (oggi assume Mirapexin a rilascio prolungato, anche per questo farmaco medici dicono che è meglio altri dicono che bisogna tornare al mirapexin normale)), che avesse uno stato d'animo calmo e rilassato, e che non avesse più dolori alle ossa, azzeccando i farmaci, perché la mamma è davvero particolare, calmanti e/o rilassanti provati fino ad ora le hanno sempre fatto aumentare gli attacchi (anche molto violenti) della sindrome. Nella mia ignoranza, forse ci vorrebbe un neurochimico, non so, non riesco più a focalizzare la questione. Bisognerebbe studiare per bene il caso, la terapia odierna e farne una nuova tenendo in considerazione le reazione della mamma ai farmaci e all'interazione(?) con il mirapexin. Se qualcuno può aiutarmi, ne sarei veramente grato. Vorrei regalare alla mamma gli ultimi anni della sua vita, sereni e rilassati, perché credetemi, a parte lo stato fisico, ma lei è molto forte, il suo stato d' animo è davvero distrutto. Grazie

Devi essere un membro di questo gruppo prima di poter partecipare a questa domanda

File disponibili

Nessun file caricato

Domande correlate

Tour del sito