Vaccini antinfluenzali: protezione contro il Covid-19

Domenica, 12 Giugno 2022

Diversi studi hanno mostrato come la vaccinazione antinfluenzale fosse associata ad un rischio più basso di ammalarsi o morire a causa del Covid-19. Uno studio condotto in Quatar su oltre 30 mila persone, conferma che il vaccino contro l’influenza riduce il rischio di infezione da Sars-CoV-2. I risultati sono stati pubblicati dal server preprint medRxiv.

I ricercatori hanno condotto uno studio caso-controllo, in cui i casi e i controlli erano abbinati, per stimare l’efficacia della vaccinazione antinfluenzale, utilizzando il vaccino quadrivalente Influvac Tetra di Abbott, contro l’infezione da Sars-CoV-2 e contro le forme gravi di Covid-19. Lo studio è stato implementato su una popolazione di 30.774 operatori sanitari durante la campagna annuale di vaccinazione antinfluenzale del 2020, tra il 17 settembre 2020 e il 31 dicembre 2020, prima dell’introduzione della vaccinazione Covid-19. L’età media nei campioni abbinati era di 36 anni per i casi e 35 anni per i controlli. La durata mediana tra la vaccinazione antinfluenzale e il test PCR per il Covid-19 è stata di 43 giorni.

L’efficacia stimata della vaccinazione antinfluenzale contro l’infezione da Sars-CoV-2 a partire dai 14 giorni dopo aver ricevuto il vaccino era del 29,7% (IC 95%: 5,5-47,7%). L’efficacia stimata della vaccinazione antinfluenzale contro qualsiasi forma grave di Covid-19 (quindi anche nei casi critico o fatali) era dell’88,9% (IC 95%: 4,1-98,7%). Le analisi di sensibilità hanno confermato i principali risultati dell’analisi.

Gli autori non sanno quanto possa durare questa protezione. Tra coloro che nello studio hanno avuto il vaccino antinfluenzale e successivamente hanno contratto il Covid-19, il team di Laith J. Abu-Raddad ha registrato infezioni da Sars-CoV-2 circa sei settimane dopo la vaccinazione.

Effectiveness of influenza vaccination against SARS-CoV-2 infection among healthcare workers in Qatar | Elias Tayar, Sami Abdeen, Muna Abed Alah, Hiam Chemaitelly, Iheb Bougmiza, Houssein H. Ayoub, Anvar Hassan Kaleeckal, Ali Nizar Latif, Riyazuddin Mohammad Shaik, Hamad Eid Al-Romaihi, Mohamed H. Al-Thani, Roberto Bertollini, Laith J. Abu-Raddad, Abdullatif Al-Khal | Preprint at medRxiv  – doi: https://doi.org/10.1101/2022.05.09.22274802

 
 
Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea