Nutrizione Clinica ed Educazione Alimentare Nutrizione Clinica ed Educazione Alimentare

Infiammazione da cibo, i 5 gruppi alimentari che la causano

Mercoledì, 19 Giugno 2019

Per lungo tempo, e in molti casi ancora oggi, molte persone hanno pensato al cibo come un “nemico contro cui combattere”. Alimenti innocenti, come pane pasta e formaggio sono spesso stati messi “sotto accusa” senza pensare che può invece essere la modalità di assunzione con cui spesso si consumano questi alimenti a determinare l’insorgenza e/o il mantenimento di comuni disturbi.



La causa dell’infiammazione da cibo dipende quindi dalla sistematicità con cui alcuni gruppi di alimenti vengono ripetutamente consumati. Su base scientifica è quindi ormai confermata una nuova lettura delle IgG alimento-specifiche che svolgono la funzione di semplici indicatori di consumo alimentare e che possono innalzarsi quando nel singolo soggetto l’introduzione alimentare di un certo gruppo cresce al di là di un personale livello soglia.
Recentemente la rivista medica di nutrizione Nutrients, una tra le più importanti e riconosciute al mondo, ha pubblicato i risultati di uno studio molto ampio dove, attraverso la misurazione e l’analisi della distribuzione di frequenza delle Immunoglobuline G alimento-specifiche, è stato possibile identificare i principali Grandi Gruppi Alimentari presenti nella popolazione italiana. La comparazione dei valori di IgG alimento-specifiche di un individuo rispetto alla popolazione di riferimento permette quindi di stabilire quali abitudini nutrizionali è necessario modulare per abbassare l’infiammazione e allo stesso tempo mangiare in modo sano e variato. Questo approccio fortemente innovativo ha finalmente aperto la strada ad approcci dietetici personalizzati.
Lo studio realizzato dal gruppo di ricerca GEK, dalla Inflammation Society (UK) e dal professor Enrico Ferrazzi, Direttore del Department of Clinical Sciences and Community Health e direttore della Ostetricia e Ginecologia "Mangiagalli" dell'Università di Milano, ha analizzato un campione di 18.000 persone. L’ampiezza della casistica trattata ha consentito di definire i Grandi Gruppi Alimentari, una realtà incontestabile sul piano scientifico.

I 5 GRANDI GRUPPI ALIMENTARI

Nello specifico per la popolazione italiana i 5 Grandi Gruppi identificati sono:
· Frumento e Glutine
· Latte, prodotti lattiero caseari e di derivazione bovina (formaggi, yogurt ecc.)
· Prodotti fermentati e lievitati (correlati a lievito, fermentazione, presenza di miceti o lieviti, dal pane al tè al vino all'aceto e anche al pane azzimo e ai prodotti da forno senza lievito aggiunto)
· Nichel, grassi idrogenati vegetali e prodotti a questi correlati (dal cacao al pomodoro al kiwi ai prodotti in sacchetto dell'industria o ai grassi industriali cotti)
· Oli cotti (tutti i prodotti, anche quelli casalinghi, in cui sono usati oli vegetali per la cottura)

FOOD INFLAMMATION TEST
Oggi, il principale strumento per la misurazione del livello di infiammazione presente nell’organismo è il Food Inflammation Test, che si basa sul dosaggio di BAFF e PAF, due particolari citochine che definiscono l’entità dell’infiammazione correlata al cibo. In aggiunta attraverso la lettura dei livelli di Immunoglobuline G è possibile identificare nel singolo individuo i gruppi alimentari mangiati in modo ripetuto al fine di guidare nella definizione di scelte nutrizionali personalizzate volte alla modulazione dell’infiammazione senza l’eliminazione di nessun alimento dalla propria dieta.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito