Il virus della morte trasmesso dalle zanzare

Martedì, 30 Luglio 2019

Le zanzare possono uccidere. Lo dimostrano i casi registrati dal Dipartimento della Salute della Florida, che ha accertato l’esistenza di un virus mortale finora confinato in alcuni allevamenti.


I medici americani lanciano l’allarme sull’encefalite equina orientale (Eee), virus scoperto in molte galline che può essere trasmesso all’uomo tramite le punture delle zanzare.
Al momento sono state contagiate solo alcune “galline sentinella”, animali che vengono utilizzati come parametro per valutare l’eventuale emergenza di patogeni pericolosi.
Il rischio che la malattia colpisca l’uomo è aumentato, secondo i Centers for Disease Control and Prevention, ed è probabile che i 7 casi di Eee sull’uomo registrati nel 2018 finiranno almeno per raddoppiare quest’anno.
La malattia è fatale nel 30% dei casi, ma chi sopravvive accusa problemi neurologici anche gravi. Le persone sviluppano sintomi da 4 a 10 giorni dopo essere stati punti da una zanzara infetta: mal di testa, febbre alta, vomito e diarrea, cui in seguito possono aggiungersi disorientamento e coma.
Fondamentale quindi la protezione dagli insetti: zanzariere, abiti lunghi, repellenti ed evitare di lasciare acqua stagnante nei pressi delle abitazioni.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea