Bambini meno suscettibili al coronavirus grazie al recettore ACE2

Giovedì, 21 Maggio 2020

Sarebbe il recettore ACE2 la chiave di volta per capire il motivo della minore suscettibilità dei bambini all’infezione da Sars-CoV-2. Un articolo apparso su Jama segnala il fatto che fra i bambini l’espressione del recettore ACE2 è molto limitata rispetto agli adulti. Come noto, ACE2 è la porta di ingresso prescelta dal virus per accedere all’organismo umano.


L’epidemiologo Pierluigi Lopalco spiega: "Che bambini e adolescenti si ammalino più raramente di Covid-19 è evidente, ma ancora non è ben noto quale sia il loro ruolo nella diffusione dell'infezione. La domanda è: i bambini hanno minore probabilità di infettarsi (e conseguentemente trasmettere l'infezione) rispetto agli adulti? Il documento apparso su Jama sembra confermarlo”.
La minor propensione all’infezione si traduce anche in una capacità di infettare inferiore. I bambini non sarebbero quindi i tanto temuti “untori”, come avviene invece per molte altre infezioni.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Eleonora

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea