Covid-19, l’iperglicemia aumenta il rischio di complicanze

Venerdì, 22 Maggio 2020

I pazienti anziani colpiti da Covid-19 vanno incontro più facilmente a complicazioni anche gravi se portatori di livelli glicemici elevati.
A dirlo è una ricerca pubblicata su Diabetes Care da un team dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli di Caserta, che ha analizzato il percorso di 59 pazienti ricoverati presso il reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Sant’Anna.

 

Il team, coordinato dal prof. Raffaele Marfella, ha scoperto che valori glicemici superiori a 140 mg/dl al momento del ricovero erano associati a un rischio aumentato di mortalità.
Era già nota l’associazione fra diabete e rischio di mortalità, ma lo studio si è concentrato sull’impatto specifico dello scompenso glicemico. Il sangue dei pazienti iperglicemici presenta alti livelli di infiammazione e di fattori che favorivano la coagulazione.
"Abbiamo osservato - spiega Marfella - che la normalizzazione precoce della glicemia, mediante insulina, si associa a una riduzione dell'infiammazione, della coagulazione e della mortalità. Quindi una maggiore attenzione ai livelli glicemia potrebbe migliorare in modo significativo la sopravvivenza dei pazienti affetti da Covid-19".

 

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Eleonora

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea