Covid, 3 dosi di vaccino fermano Omicron

Giovedì, 09 Dicembre 2021

I primi dati sperimentali autorizzano a essere ottimisti sull’efficacia del vaccino nei confronti della variante Omicron. Secondo il Ceo di Pfizer Albert Bourla, la terza dose avrebbe la capacità di fermare la variante, così come le prime due riuscivano a ostacolare le varianti precedenti.

 

"La dose booster aumenta in maniera enorme l'efficacia del vaccino", dice Albert Bourla, Ceo di Pfizer, illustrando i dati raccolti dall'azienda. Come chiarisce il colosso in una nota, "due dosi possono comunque fornire protezione contro la forma grave della malattia ma potrebbero non essere sufficienti per proteggere dall'infezione provocata da Omicron”.
Uno studio dell’Africa Health Research Institute sembra confermare indirettamente le affermazioni di Bourla. Secondo le conclusioni dei ricercatori sudafricani, infatti, due dosi non sarebbero sufficienti nei confronti di Omicron.
"I risultati preliminari degli studi in laboratorio dimostrano che 3 dosi di vaccino Pfizer-BioNTech neutralizzano la variante Omicron mentre 2 dosi mostrano una capacità di neutralizzazione significativamente ridotta. I dati indicano che la terza dose aumenta i titoli anticorpali neutralizzanti di 25 volte in confronto alla seconda dose", afferma Pfizer che, insieme a BioNTech, continua "a portare avanti lo sviluppo di un vaccino specifico per la variante e punta ad averlo a disposizione per marzo nel caso in cui l'aggiornamento sia necessario per un ulteriore incremento dei livelli e della durata della protezione".

 

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea