La curva epidemica non si fermerà prima di febbraio

Mercoledì, 12 Gennaio 2022

"Poche le speranze che prima di febbraio si inverta la curva". Lapidario Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani (Aaroi-Emac), che sottolinea anche "la grande preoccupazione per tutte le attività extra Covid che vengono rallentate o bloccate. Siamo rassegnati alla nostra previsione che per tutto gennaio il trend di aumento dei dati pandemici non accennerà a diminuire apprezzabilmente. Speriamo che a partire dal mese prossimo la curva cominci ad appiattirsi".

 

"Abbiamo numerosi ospedali - riferisce - che stanno sensibilmente riducendo, di nuovo, l'erogazione di cure non Covid, compresi interventi chirurgici a causa del sovraccarico ospedaliero dovuto al virus".
La curva potrà invertirsi solo grazie all’eventuale incremento delle vaccinazioni, spiega Vergallo, e “al grado di attenzione della popolazione nell’usare precauzioni nell'interazione sociale".

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea