Donna guarisce dall’Hiv, è il terzo caso al mondo

Mercoledì, 16 Febbraio 2022

Una donna americana è guarita dal virus Hiv grazie a un trattamento sperimentale. Si tratta del terzo caso al mondo, il primo che riguarda una donna, soprannominata “la paziente di New York”, con chiaro riferimento al primo caso registrato al mondo, quello di Timothy Ray Brown, passato alla storia come “il paziente di Berlino”.

 

Il trattamento sperimentale è basato sul trapianto di sangue del cordone ombelicale neonatale accompagnato da quello di staminali adulte. Un team di scienziati del Weill Cornell di New York ha individuato nel sangue del cordone ombelicale di un neonato un’anomalia genetica che in sostanza lo rendeva immune all’Hiv, e ha deciso quindi di utilizzarne le cellule per il trapianto. Dopo l’intervento, eseguito nel 2017, la paziente ha assunto farmaci antirigetto e antivirali per 37 mesi, sospendendo poi ogni terapia. 14 mesi dopo la fine delle terapie, del virus Hiv non c’è traccia.
La speranza è che la terapia confermi la sua efficacia nel tempo, anche perché il sangue dei cordoni ombelicali è molto più accessibile rispetto alle staminali utilizzate di norma per i trapianti di midollo spinale.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea