Piedi sani in primavera: i consigli dell’esperto!

Giovedì, 14 Aprile 2022

 

In Primavera osserviamo che ogni anno il numero di pazienti che vengono in un centro podologico per i problemi di calli, duroni, talloni screpolati, unghie incarnite e aumento di micosi, tra gli altri . In questo articolo vi diamo 5 consigli per piedi sani e belli durante questa stagione.

SCEGLIERE UNA BUONA SCARPA

Le temperature salgono e molte persone iniziano a indossare scarpe aperte e sandali. È molto importante sapere quali scarpe usare in questo periodo dell’anno per evitare potenziali problemi che ci impediscono di godere di un bel week-end di primavera o semplicemente di un giorno primaverile.

In primo luogo, se si indossa una scarpa chiusa il nostro consiglio è che sia una scarpa flessibile e utilizzare calzini o calze che si adattino perfettamente al numero del piede per evitare la comparsa di sfregamento o disagi.

“ L’utilizzo di  calzatura adeguata previene deterioramenti e patologie.”

Nel caso di una calzatura aperta che viene utilizzata, la scarpa deve essere completamente fissato al collo piede con stringhe dorsali o tallone.

Come sandali consigliamo anche l’utilizzo di un tacco basso di almeno 2 cm di altezza e suola semirigida per un corretto assorbimento dell’urto. Inoltre, se la suola è antiscivolo, sia sandalo o scarpe chiuse, sarà molto meglio perché permette maggiore sostegno e adesione alla superficie, evitando cadute dopo una pioggia primaverile. Se queste linee guida sono seguite si può evitare problemi di instabilità che si traducono in distorsioni della caviglia, metatarsalgie e muscolatura dei polpacci e fascia plantare sovraccaricati.

D’altra parte, vi ricordiamo che se avete intenzione di fare lunghi viaggi a piedi, non è consigliabile utilizzare infradito anche se fa caldo, dal momento che questo tipo di calzature in queste condizioni può portare a problemi come la fascite plantare.

EVITARE IL CATTIVO ODORE

In primavera, come in estate, si consiglia di utilizzare una calzatura traspirante per evitare l’eccessiva sudorazione che porta a un cattivo odore. Inoltre, se possibile, è ideale che la scarpa sia realizzata con materiali di qualità che non sono aggressivi per la pelle dei piedi, in quanto ciò favorisce anche la traspirazione.   Tuttavia, a volte, abbiamo difficoltà a combattere il cattivo odore. Per questo motivo, sembra interessante esporre due piccoli trucchi per porre fine a questo problema:

– Bagni con bicarbonato di sodio poiché agisce direttamente contro i batteri che causano il cattivo odore.

– Prodotti podiatrici come polveri o spray, ma sempre molto attenti perché la sudorazione è un termoregolatore del nostro corpo.

A volte, anche se ci laviamo i piedi o seguiamo il consiglio dato, rimane un odore sgradevole. Questo problema è dovuto, nella maggior parte dei casi, alla bromidrosi, cioè al cattivo odore corporeo associato a un’eccessiva sudorazione, che è correlata all’iperidrosi, sudorazione eccessiva soprattutto nelle mani e nei piedi. Può anche essere derivato da altri aspetti. In breve, se la sudorazione del piede è eccessiva, è consigliabile rivolgersi a un esperto per eseguire un trattamento basato sull’uso di formule  personalizzate.

UMIDITÀ

Perché i nostri piedi siano sani e belli, una buona idratazione è essenziale, ma prima di farlo è necessario eseguire una buona igiene e asciugatura interdigitale, poiché lasciarli umidi è uno degli errori più comuni nella cura dei piedi. Dopo aver fatto la doccia, è importante asciugare bene l’intero piede, soprattutto la parte tra le dita. In questo modo viene evitata la comparsa di funghi, macerazioni e alterazioni della pelle.

“IDRATARE IL PIEDE DI NOTTE CON UNA CREMA SPECIFICA È ESSENZIALE PER EVITARE LE FESSURE NEL TACCO E DI CALLOSITÀ.” 

D’altra parte, è necessario utilizzare una crema specifica per questo. La pelle dei nostri piedi è più spessa di quella della nostra guancia, e per questo motivo le creme sono molto più dense ma il loro uso previene la secchezza, l’apparizione di crepe e calli.

EVITARE L’UTILIZZO PROLUNGATO DI SMALTO UNGUEALE

Molti dei nostri pazienti iniziano a scoprire i piedi con l’arrivo del bel tempo e, in molti casi, iniziano a usare di nuovo lo smalto per unghie. Un’attenzione particolare deve essere rivolta all’utilizzo di smalti per unghie, dal momento che utilizzarli a lungo o non eliminarli correttamente può aumentare l’umidità nelle unghie e generare un ambiente ideale per la comparsa di funghi o anche generare malformazioni o cambiamenti di colore. che l’uso di toni forti può far sì che le unghie inizino a diventare gialle. Pertanto, è consigliabile non abusare di questo tipo di prodotti in quanto possono indebolire e pigmentare la lamina ungueale, danneggiando le unghie.

TAGLIARE DI FORMA CUADRATA LE UNGHIE

Continuiamo a parlare delle unghie, poiché è una delle parti più importanti del nostro piede per la sua funzione di barriera protettiva. Tagliare le unghie arrotondate è uno degli errori più comuni quando si tratta di prendersi cura dei nostri piedi.

“IL TAGLIO DELLE UNGHIE DEVE ESSERE SQUADRATO SENZA LASCIARE I BORDI IRREGOLARI.” 

Il taglio dovrebbe essere quadrato e si dovrebbe evitare di lasciare i bordi irregolari. Per questo motivo, si consiglia l’utilizzo di pinze diritte o forbici specifiche. Seguire questo consiglio può evitare l’apparizione di un problema molto fastidioso e molto comune tra i nostri pazienti: l’unghia incarnata. In breve, questa primavera, come nel resto dell’anno, è molto importante prendersi cura della salute dei nostri piedi mantenendoli puliti con igiene corretta e asciugarli bene, idratarli con creme specifiche e scegliendo una calzatura adatta.

 

Tratto da :

In Primavera osserviamo che ogni anno il numero di pazienti che vengono in un centro podologico per i problemi di calli, duroni, talloni screpolati, unghie incarnite e aumento di micosi, tra gli altri . In questo articolo vi diamo 5 consigli per piedi sani e belli durante questa stagione.

SCEGLIERE UNA BUONA SCARPA

Le temperature salgono e molte persone iniziano a indossare scarpe aperte e sandali. È molto importante sapere quali scarpe usare in questo periodo dell’anno per evitare potenziali problemi che ci impediscono di godere di un bel week-end di primavera o semplicemente di un giorno primaverile.

In primo luogo, se si indossa una scarpa chiusa il nostro consiglio è che sia una scarpa flessibile e utilizzare calzini o calze che si adattino perfettamente al numero del piede per evitare la comparsa di sfregamento o disagi.

“ L’utilizzo di  calzatura adeguata previene deterioramenti e patologie.”

Nel caso di una calzatura aperta che viene utilizzata, la scarpa deve essere completamente fissato al collo piede con stringhe dorsali o tallone.

Come sandali consigliamo anche l’utilizzo di un tacco basso di almeno 2 cm di altezza e suola semirigida per un corretto assorbimento dell’urto. Inoltre, se la suola è antiscivolo, sia sandalo o scarpe chiuse, sarà molto meglio perché permette maggiore sostegno e adesione alla superficie, evitando cadute dopo una pioggia primaverile. Se queste linee guida sono seguite si può evitare problemi di instabilità che si traducono in distorsioni della caviglia, metatarsalgie e muscolatura dei polpacci e fascia plantare sovraccaricati.

D’altra parte, vi ricordiamo che se avete intenzione di fare lunghi viaggi a piedi, non è consigliabile utilizzare infradito anche se fa caldo, dal momento che questo tipo di calzature in queste condizioni può portare a problemi come la fascite plantare.

EVITARE IL CATTIVO ODORE

In primavera, come in estate, si consiglia di utilizzare una calzatura traspirante per evitare l’eccessiva sudorazione che porta a un cattivo odore. Inoltre, se possibile, è ideale che la scarpa sia realizzata con materiali di qualità che non sono aggressivi per la pelle dei piedi, in quanto ciò favorisce anche la traspirazione.   Tuttavia, a volte, abbiamo difficoltà a combattere il cattivo odore. Per questo motivo, sembra interessante esporre due piccoli trucchi per porre fine a questo problema:

– Bagni con bicarbonato di sodio poiché agisce direttamente contro i batteri che causano il cattivo odore.

– Prodotti podiatrici come polveri o spray, ma sempre molto attenti perché la sudorazione è un termoregolatore del nostro corpo.

A volte, anche se ci laviamo i piedi o seguiamo il consiglio dato, rimane un odore sgradevole. Questo problema è dovuto, nella maggior parte dei casi, alla bromidrosi, cioè al cattivo odore corporeo associato a un’eccessiva sudorazione, che è correlata all’iperidrosi, sudorazione eccessiva soprattutto nelle mani e nei piedi. Può anche essere derivato da altri aspetti. In breve, se la sudorazione del piede è eccessiva, è consigliabile rivolgersi a un esperto per eseguire un trattamento basato sull’uso di formule  personalizzate.

UMIDITÀ

Perché i nostri piedi siano sani e belli, una buona idratazione è essenziale, ma prima di farlo è necessario eseguire una buona igiene e asciugatura interdigitale, poiché lasciarli umidi è uno degli errori più comuni nella cura dei piedi. Dopo aver fatto la doccia, è importante asciugare bene l’intero piede, soprattutto la parte tra le dita. In questo modo viene evitata la comparsa di funghi, macerazioni e alterazioni della pelle.

“IDRATARE IL PIEDE DI NOTTE CON UNA CREMA SPECIFICA È ESSENZIALE PER EVITARE LE FESSURE NEL TACCO E DI CALLOSITÀ.” 

D’altra parte, è necessario utilizzare una crema specifica per questo. La pelle dei nostri piedi è più spessa di quella della nostra guancia, e per questo motivo le creme sono molto più dense ma il loro uso previene la secchezza, l’apparizione di crepe e calli.

EVITARE L’UTILIZZO PROLUNGATO DI SMALTO UNGUEALE

Molti dei nostri pazienti iniziano a scoprire i piedi con l’arrivo del bel tempo e, in molti casi, iniziano a usare di nuovo lo smalto per unghie. Un’attenzione particolare deve essere rivolta all’utilizzo di smalti per unghie, dal momento che utilizzarli a lungo o non eliminarli correttamente può aumentare l’umidità nelle unghie e generare un ambiente ideale per la comparsa di funghi o anche generare malformazioni o cambiamenti di colore. che l’uso di toni forti può far sì che le unghie inizino a diventare gialle. Pertanto, è consigliabile non abusare di questo tipo di prodotti in quanto possono indebolire e pigmentare la lamina ungueale, danneggiando le unghie.

TAGLIARE DI FORMA CUADRATA LE UNGHIE

Continuiamo a parlare delle unghie, poiché è una delle parti più importanti del nostro piede per la sua funzione di barriera protettiva. Tagliare le unghie arrotondate è uno degli errori più comuni quando si tratta di prendersi cura dei nostri piedi.

“IL TAGLIO DELLE UNGHIE DEVE ESSERE SQUADRATO SENZA LASCIARE I BORDI IRREGOLARI.” 

Il taglio dovrebbe essere quadrato e si dovrebbe evitare di lasciare i bordi irregolari. Per questo motivo, si consiglia l’utilizzo di pinze diritte o forbici specifiche. Seguire questo consiglio può evitare l’apparizione di un problema molto fastidioso e molto comune tra i nostri pazienti: l’unghia incarnata. In breve, questa primavera, come nel resto dell’anno, è molto importante prendersi cura della salute dei nostri piedi mantenendoli puliti con igiene corretta e asciugarli bene, idratarli con creme specifiche e scegliendo una calzatura adatta.

 

Tratto da

Piedi sani in primavera: i consigli dell’esperto!

Dott. Giuseppe Perruso

 

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Tour del sito

Chi è in linea