Cancro cerebrale nei bambini, una nuova cura è possibile

Mercoledì, 11 Settembre 2019

Un team di scienziati americani ha pubblicato su Nature Communications i risultati di uno studio volto a trovare una nuova cura per il glioma pontino intrinseco diffuso (Dipg), forma tumorale che aggredisce il cervello dei bambini.


Il tumore si forma nel ponte di Varolio, area del tronco encefalico che collega cervello e midollo spinale. In genere colpisce bambini con meno di 10 anni, e la maggior parte dei pazienti non sopravvive più di un anno dalla diagnosi.
Gli scienziati di Yale University, Iowa University e Translational
Genomics Research Institute (Tgen) hanno identificato un modo per interrompere il processo cellulare che contribuisce alla diffusione del tumore.
La neoplasia è associata alla mutazione del gene Ppm1d, fondamentale per la crescita cellulare e per la risposta allo stress delle cellule stesse. Le cellule tumorali necessitano di un metabolita - Nad - per poter vivere e replicarsi. I ricercatori hanno individuato una vulnerabilità nel processo di creazione di tale metabolita.
Analizzando Ppm1d, i ricercatori hanno visto che la mutazione produce il silenziamento del gene Naprt, fondamentale per la produzione del metabolita Nad. A quel punto è necessaria un'altra proteina per creare Nad. Un farmaco inibitore sperimentale sembra in grado di fermare questo processo, di fatto costringendo a "morire di fame" le cellule tumorali, come afferma il coordinatore della ricerca Michael Berens.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito