Cancro della prostata, un test fatto in casa per la diagnosi

Venerdì, 29 Novembre 2019

Basterà un semplice test delle urine da fare in casa per la diagnosi del cancro alla prostata. È l'obiettivo dei ricercatori dell'Università dell'East Anglia e del Norfolk and Norwich University Hospital, che hanno pubblicato un articolo su BioTechniques.

 

Secondo gli scienziati il test riesce a prevedere anche con 5 anni di anticipo se il soggetto avrà bisogno di un trattamento per il carcinoma prostatico.
Il test, denominato Pur (Prostate Urine Risk), viene eseguito su campioni raccolti in casa, evitando così l'esame rettale. La prima minzione della giornata è quella ideale per la diagnosi perché fornisce livelli di biomarcatori della prostata molto più alti e coerenti.
"Il cancro alla prostata - commenta il ricercatore capo Jeremy Clark, della Norwich Medical School della Uea - è il tumore più comune negli uomini nel Regno Unito. Di solito si sviluppa lentamente e la maggior parte dei casi non richiede cure. Tuttavia, è difficile prevedere quali tumori diventeranno aggressivi, e questo complica le decisioni. I test più comunemente utilizzati per il carcinoma prostatico comprendono esami del sangue, un esame fisico, la risonanza magnetica o una biopsia. Abbiamo sviluppato il test Pur, che esamina l'espressione genica nei campioni di urina, per avere informazioni vitali sull'aggressività o meno di un tumore. Essere in grado di raccogliere un campione di urina a casa e inviarlo per l'analisi – conclude Clark - potrebbe davvero rivoluzionare la diagnosi".

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito

Chi è in linea