Il consumo di cannabis da giovani aumenta il rischio di suicidio da adulti

Martedì, 10 Settembre 2019

Ci sarebbe un nesso fra il consumo di cannabis in età giovane e il possibile rischio di suicidio in età adulta. È l’allarme lanciato da una revisione apparsa su Jama Psichiatry che ha coinvolto 24mila ragazzi.
Gli esperti evidenziano le conclusioni dello studio in occasione della Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio, che si tiene proprio oggi 10 settembre.


Secondo i dati, chi consuma abitualmente cannabis prima dei 18 anni mostra il 50% di rischio in più degli altri di tentare il suicidio una volta adulto. Fra gli utilizzatori, il rischio di depressione aumenta del 37%, la probabilità di pensieri suicidari del 50% e il rischio di un tentativo vero e proprio di suicidio di 3 volte e mezza.
In Italia, il suicidio rappresenta la terza causa di morte fra i giovani tra i 15 e i 29 anni, il 13% di tutte le morti in quella fascia d’età.

Non sei iscritto, partecipa a Okmedicina!

Autore

Sperelli

File disponibili

Nessun file caricato

Tour del sito