Domande di Ortopedia

  • vincenzo
    post intervento resezione prima filiera del carpo
    Iniziata da vincenzo Giovedì, 03 Novembre 2016 8 risposte

    Ciao Vincenzo e scusa se ti disturbo. A distanza di 5 anni come va? Ho subito il tuo stesso intervento e volevo capire a distanza di anni come si era evoluta la situazione. Grazie

  • Ky_Ste
    Dolori quando mi alzo e non solo
    Iniziata da Ky_Ste Lunedì, 03 Febbraio 2020 0 risposte
  • Alef87
  • luca.elia
    dolore al fianco sinistro da seduta
    Iniziata da luca.elia Martedì, 20 Novembre 2012 2 risposte

    Ciao ho lo stesso problema potrei sapere come l'hai risolto?

  • Conzin
  • whitechocolate
  • donmario48
    Informazione
    Iniziata da donmario48 Lunedì, 18 Giugno 2018 1 Risposta

    Salve,
    esistono vie di accesso all'anca diverse, con incisioni più o meno grandi.
    Ad oggi non è dimostrata la superiorità di una via rispetto a un'altra, l'importante è che sia ritagliata sul tipo di paziente e che il chirurgo abbia una sufficiente esperienza con quella via.
    Quanto ai colleghi di Rozzano non sono informato circa la loro presenza su Roma.
    Saluti.

  • donmario48
    COXARTROSI ANCA DX
    Iniziata da donmario48 Martedì, 22 Maggio 2018 1 Risposta

    Buongiorno,
    Nel caso di una artrosi severa, gli integratori sono forse l'arma meno efficace tra tutte quelle a disposizione.
    Meglio valutare con il suo ortopedico opzioni infiltrative o chirurgiche.
    Cordiali Saluti.

  • Sandro
    disinserzione del bicipite branchiaĺe distale gomito destro
    Iniziata da Sandro Mercoledì, 02 Maggio 2018 1 Risposta

    Salve Alessandro,
    è possibile reinserire il bicipite distalmente anche dopo molto tempo mediante l'uso di allograft tendineo. Tuttavia bisogna fare un attento bilancio rischio - beneficio valutando la sua forza residua, perchè i risultati di questa procedura possono non essere brillanti.
    Cordiali saluti.

  • Vale
    Sospetta lesione meniscale
    Iniziata da Vale Venerdì, 26 Gennaio 2018 0 risposte
  • Katalin
    curabile in Italia la mancanza del cartilagine con le cellule staminali?
    Iniziata da Katalin Venerdì, 01 Settembre 2017 3 risposte

    Anch`io ho sofferto di artrosi all`anca! Prima ho fatto infiltrazioni, mi aiutavano sempre per 1-2 mesi per quanto riguarda il dolore. Poi ho trovato la Terapia basata alla Risonanza Magnetica MBST-Terapia in Germania, perche in Italia c`erano solamente 2 centri. Dopo alcuni mesi dal trattamento si é riattivata la cartilagine e adesso non devo prendere piu antidolorifici o fare infiltrazioni con acido ialuronico. Auita anche un po di ginnastica, fatta con regolarita e cosí ho evitato la protesi !
    Purtroppo sono ancora pochi gli studi in Italia, da quest`anno anche a Roma, Milano, Napoli.
    www.youtube.com/…

  • nando
    infiltrazione anca
    Iniziata da nando Lunedì, 04 Settembre 2017 1 Risposta

    Buonasera,
    Facendo l'infiltrazione con un ago normale (da 22 G) non c'è bisogno di sospendere la terapia.
    Cordiali saluti
    Dott Fabio Pascarella

  • valez
    Lesione al menisco
    Iniziata da valez Giovedì, 31 Agosto 2017 2 risposte

    Salve,
    bisognerebbe visitarla e vedere la risonanza. Potrebbe trattarsi di una nuova lesione, una condrolusi post artroscopica, una patologia femoro-rotula, ecc.
    Cordiali saluti
    Dott Fabio Pascarella

  • danieleol
    Frattura Menisco
    Iniziata da danieleol Lunedì, 03 Luglio 2017 5 risposte

    Ringrazio tutti per le risposte...cerchero'di farvi avere le foto della risonanza affinche'vi sia piu chiaro.
    Grazie a tutti

  • anna
    Infiltazione di acido ialuronico met. NASHA
    Iniziata da anna Mercoledì, 28 Dicembre 2016 2 risposte

    Buonasera,
    l'acido ialuronico, commercializzato in Italia, che richiede una sola somministrazione l'anno è il Synvisc One. Ovviamente bisogna vedere l'indicazione in quanto non è indicato in tutti i pazienti.
    Cordiali saluti
    Dott Fabio Pascarella

  • soniad
    Dolore gamba solo sotto sforzo
    Iniziata da soniad Domenica, 04 Giugno 2017 1 Risposta

    Aggiungo che da un anno porta l'espansore al palato.

  • eq
    PRP piastrinico
    Iniziata da eq Sabato, 20 Maggio 2017 2 risposte

    grazie per la risposta, ho coxartrosi di 2/3 grado,una infiltrazione di acido ialuronico non mi ha fatto niente, gli antinfiammatori hanno un effetto di breve durata,ho sentito parlare del prp che in emilia romagna , dove risiedo, viene praticato all istituto Rizzoli,mà non conosco altre strutture.

  • Daniscc
    Distorsione caviglia destra
    Iniziata da Daniscc Martedì, 28 Marzo 2017 1 Risposta

    Dott. Fabio Pascarella (Ortopedia e Chirurgia della Mano) Buonasera. I traumi distorsivi di caviglia possono dare fastidio anche per alcuni mesi in assenza di lesioni significative. Comunque, dato il persistere della sintomatologia e la scarsa efficacia delle terapie le consiglio di eseguire una RMN per escludere lesioni condrali ed edemi ossei. Cordiali saluti.
    Dott Fabio Pascarella

  • Michel
    Frattura vertebrale
    Iniziata da Michel Martedì, 07 Febbraio 2017 2 risposte

    Dott. Fabio Pascarella (Ortopedia e Chirurgia della Mano) la ringrazio per la risposta, come posso fare per approfondire il caso ? Può darmi un suo recapito o un indirizzo così le porto le lastre e la TC ? In questi sette anni non ho mai trovato nessuno che poteva risolvermi questo problema sia estetico che di rigidità e dolore della schiena, spero che lei potrà risolvermelo.

  • alexiasb
    Esito rm spiegazioni
    Iniziata da alexiasb Sabato, 17 Dicembre 2016 2 risposte

    Sono un po' preoccupata, ora inizio con degli antinfiammatori.. ma dovrei partire per un viaggio e non so se potrei peggiorare oppure no..

  • PierVecc
    Esito RMN spiegazione
    Iniziata da PierVecc Mercoledì, 14 Dicembre 2016 4 risposte

    Salve,
    un trauma contusivo con un edema della spongiosa non altera solo l'osso ma anche i cosiddetti "tessuti molli", cioè capsula articolare, legamenti, ecc., tutti questi tessuti hanno bisogno di guarire e lo fanno con tempi diversi.
    Il riposo e la magnetoterapia sono la terapia esatta. Dopo 45 giorni può riprendere l'attività gradualmente, se dovessero persistere dei dolori sarebbe opportuna una visita di controllo.
    Cordiali saluti
    Dott Fabio Pascarella

  • Fabio Pascarella (Ortopedia e Chirurgia della Mano)
  • massimo
  • Beppe61
    Osteomielite
    Iniziata da Beppe61 Giovedì, 22 Settembre 2016 4 risposte

    Ancora grazie Dottore . Per la cronaca : la mia è , per la precisione , una pseudo artrosi infetta , conseguenza di un grave incidente sul lavoro ( alla guida di un camion aziendale , ho tamponato un altro camion che mi era davanti ) . Dieci giorni di coma farmaceutico per non farmi soffrire , ventidue interventi , gamba , a furia di fare interventi , più corta di circa 10 cm. e , tanto per gradire , una bella depressione ...

  • Nando
    Discopatia degenerativa
    Iniziata da Nando Lunedì, 12 Settembre 2016 2 risposte

    Grazie per aver risposto, anche se non era esattamente la.risposta che avrei voluto.sentire Vorrà dire che.dovrò imparare a convivere con il.dolora.Grazie ancora

  • marco_scattolon
    Piede Torto Congnenito
    Iniziata da marco_scattolon Martedì, 23 Agosto 2016 0 risposte
  • corvorosso
    dolori lombosacrali
    Iniziata da corvorosso Giovedì, 16 Giugno 2016 2 risposte

    Quindi oltre alla RX, che ho fatto , ne dovrò fare una rx dinamica e che differenza c'è ??
    E poi infine dovrò fare una
    RMN
    Ringrazio anticipatamente

  • Cristina
    Ginocchio
    Iniziata da Cristina Sabato, 28 Maggio 2016 1 Risposta

    Buongiorno,
    Esistono vari tipi di acido ialuronico ad alto peso molecolare o cross-Linked che sono efficaci per 9 mesi o più. Per esempio il SynviscOne o il Durolane.
    Cordiali saluti
    Dott Fabio Pascarella

  • Angela63
    Algodistrfia ginocchio
    Iniziata da Angela63 Lunedì, 23 Maggio 2016 1 Risposta

    Buongiorno,
    ha avuto traumi al ginocchio?
    In caso di trauma potrebbe trattarsi di un edema della spongiosa post traumatico e oltre alla terapia antinfiammatoria ed i campi magnetici pulsati dovrebbe tenere l'aperto in scarico per 2 settimane.
    Nel caso in cui non ci sia stato un trauma e sia una algodistrofia la terapia antinfiammatoria e con campi magnetici pulsati e corretta, qualora fosse insufficiente dovrebbe integrarla con dei farmaci per il metabolismo osseo.
    Cordiali saluti
    Fabio Pascarella

  • Flo
    Dubbio dosaggio Efferalgan 500 mg per dolori artrosici
    Iniziata da Flo Venerdì, 13 Maggio 2016 1 Risposta

    Buongiorno
    Il dosaggio massimo di paracetamolo è di 1000 mg 4 volte al giorno per un massimo di 5/7 giorni.
    Considerando il suo peso 500 mg mi sembrano sottodosati, può assumere 1000 mg ogno 8 ore per 5 giorni, se dovesse essere inefficace contatti il suo curante per cambiare la terapia antinfiammatoria/antalgica.
    Cordiali saluti
    Dott Fabio Pascarella

  • Robky69
    Frattura scapola
    Iniziata da Robky69 Domenica, 15 Maggio 2016 1 Risposta

    Buongiorno,

    bisognerebbe vedere le immagini e casomai completare la diagnostica con uno studio TC per darle informazioni più precise, fermo restando che in linea di principio il trattamento delle fratture di scapola nel 90% di casi è incruento, è quindi molto probabile che il bendaggio alla Desault sia sufficiente.
    Senza dubbio potrà tornare a fare sport dopo un periodo di riabilitazione di almeno 2 mesi.
    Tenga presente che dei piccoli fastidi potrebbero permanere.
    Cordiali saluti
    Dott Fabio Pascarella

  • Otakar81
    Piedi piatti e corsa
    Iniziata da Otakar81 Martedì, 10 Maggio 2016 1 Risposta

    Ho qualche difficoltà a risponderle in quanto ho poca dimestichezza relativamente alla scarpa. In linea generale l'alluce valgo rappresenta una patologia evolutiva che potrà essere rallentata ad esempio dall'uso di un divaricatore interfalangeo. Usi una scarpa idonea al tipo di sport praticato chiedendo consigli al rivenditore. sicuramente il peso influisce sulle patologie del piede per ovvi motivi. a presto.

  • Otakar81
    Distorsione al ginocchio?
    Iniziata da Otakar81 Lunedì, 11 Aprile 2016 1 Risposta

    Il movimento di flessione del ginocchio associato ad una rotazione esterna della gamba potrebbe provocare la lesione del menisco. Trattasi di una cartilagine posta all'interno del ginocchio fra femore e tibia al fine di migliorare la congruenza di queste due ossa. Da come ha descritto l'accaduto sembra che il menisco mediale possa essere stato sollecitato oltre modo generando dolore. Le consiglio di evitare di accovacciarsi sul ginocchio, di applicare una ginocchiera in neoprene, di assumere un antinfiammatorio per qualche giorno. Se il dolore ed il disturbo al carico dovesse perdurare sarà opportuno sottoporsi alla visita ortopedica al fine di accertare o escludere la lesione meniscale. Un cordiale saluto.

  • sly1575
    dolore spalla
    Iniziata da sly1575 Sabato, 02 Gennaio 2016 1 Risposta

    Nel ringraziarla per la domanda posta, mi scuso personalmente per il ritardo nella speranza che possa ancora esserle di aiuto.
    Il suo può essere un problema legato a qualche sofferenza della CDR (cuffia dei rotatori) oppure degli elementi anatomici capsulo legamentosi.
    Il mio consiglio è quello di affidarsi ad un Chirurgo della Spalla poiché questi è in grado di identificare patologie che, altrimenti, resterebbero misconosciute.
    AUguri

  • anna33
    Displasia trocleare
    Iniziata da anna33 Mercoledì, 09 Dicembre 2015 1 Risposta

    Le indicazioni fornite dal collega sono corrette. La rieducazione motoria del ginocchio e l'uso della ginocchiera rappresenta una opportunità utile a lenire i disturbi e far giungere il ragazzo ad un'età più adulta maggiormente indicata per il trattamento chirurgico. Faccia comprendere a suo figlio l'importanza della procedura. a presto.

  • squalo
    dolori lombari
    Iniziata da squalo Giovedì, 03 Dicembre 2015 0 risposte
  • joe83
    Problema malformazione piede sinistro
    Iniziata da joe83 Giovedì, 12 Novembre 2015 3 risposte

    Sì.sono a Roma

  • Condor
    QUESITO COXARTROSI
    Iniziata da Condor Lunedì, 27 Luglio 2015 3 risposte

    L'artrosi dell'anca è legata ad una condizione degenerativa della cartilagine articolare, tessuto che ricopre i capi articolari. Trattasi di un fenomeno di usura inarrestabile legata agli anni, al peso, a posizioni di lavoro non idonee, pregressi traumi.
    Le consiglio una valutazione ortopedica al fine di stabilire l'entità della malattia e stabilire se opportuno perseverare con i condroprotettori o con altre terapie più efficaci come le iniezioni di acido ialuronico intrarticolari o la chirurgia attraverso l'impinato di una protesi di anca. Non da trascurare l'importanza della fisioterapia: tonificare la muscolatura, la magnetoterapia, ecc.
    A presto.

  • cenerella
    la mia altezza insopportabile
    Iniziata da cenerella Lunedì, 25 Maggio 2015 1 Risposta

    Non si effettuano interventi di allungamento per soggetti già alti 170 cm. Le consiglio una scarpa con tacco interno ed esterno. A presto.

  • Giose
    Menisco Legamenti ginocchio
    Iniziata da Giose Sabato, 30 Maggio 2015 1 Risposta

    Ipotizzo che lei abbia un ginocchio varo (a parentesi) e che non sia più giovanissimo. La bicicletta va bene ma con sellino alto al fine di evitare di flettere troppo il ginocchio ed usurare l'articolazione del ginocchio. L'uso di condroprotettori e ginnastica isometrica del quadricipite femorale possono aiutare. E' ovvio che una visita ortopedica è indispensabile più di una RMN!

  • Asia
    Scossa ginocchio destro 10 seconds frequenza settimanale
    Iniziata da Asia Sabato, 17 Agosto 2013 2 risposte

    Ciao asia,leggo ora la tua domanda..vedo che sono passati 2 anni e volevo chiederti se hai trovato la causa perchè ho il tuo stesso problema!

  • GalbArma
    Rottura composta su base degenerativa delle cartilageni meniscali.
    Iniziata da GalbArma Martedì, 21 Aprile 2015 1 Risposta

    Non mi sembra di leggere il referto della RMN del ginocchio, forse è sfuggito di inserirlo. I fattori di crescita sono validi e consigliabili nelle forse di artrosi di media gravità allorquando l'intervento di impianto di una protesi di ginocchio non è ancora giustificato, o nei casi di grave artrosi ed in pazienti non operabili ad esempio perché molto obesi. La terapia risulta efficace. L'ortopedico al quale si rivolgerà la potrà aiutare a scegliere ciò che appare più indicato al suo caso . Un cordiale saluto.

  • Francesco p
    TRAMA POLSO SINISTRO
    Iniziata da Francesco p Sabato, 04 Aprile 2015 1 Risposta

    Gentile Sig Francesco, probabilmente la Sua situazione è un poco più complessa della norma. da quanto ha scritto si è fatto vedere più volte da fisioterapisti, manipolatori etc. Non pensa che se tutta la sua situazione fosse presentata ad uno specialista ortopedico (l'unico autorizzato a porre diagnosi e trattamenti) possa esserLe di aiuto?

  • Otakar81
    Distorsione al polso
    Iniziata da Otakar81 Sabato, 14 Marzo 2015 2 risposte

    Grazie dottore.
    Che genere di risentimento potrebbe essersi verificato?
    Immagino che se ci fosse stato un qualche tipo di lesione sarebbe emerso dalla risonanza, non è così?

    Non ho mai usato polsiere ed affini... che genere di modello mi consiglia?
    Ho visto che ce ne sono "a fascia" o di quelle che prendono anche il pollice... e per quanto tempo dovrei usarla?

    Grazie ancora

  • alexis69
    Riabilitazione post interventi protesi ginocchio
    Iniziata da alexis69 Giovedì, 05 Marzo 2015 1 Risposta

    Il recupero di un ginocchio sottoposto ad impianto di protesi totale è variabile. Generalmente 3- 5 settimane permettono un recupero articolare del 90%. Elementi che giocano un ruolo considerevole nel recupero sono il disegno della protesi, l'accesso chirurgico e la capacità chirurgica del medico, la rieducazione motoria delle prime 48 ore, la capacità di collaborazione del paziente stesso. In linea generale, il recupero del movimento ed in particolare della flessione deve avvenire entro le 48 ore. La ginnastica di rinforzo del quadricipite femorale andrà proseguita x 2 - 3 settimane. Si affidi con fiducia ai consigli che le verranno dati volta per volta e non abbia paura di fare domande apparentemente sciocche. Spesso non medici, presi dalla routine tendiamo a sottovalutare informazione che diversamente sono importanti. Collabori con altrettanta passione con il fisioterapista. Sia positiva nei confronti di sua madre. Un cordiale saluto.

  • rb1
    Dolore Iperestensione Ginocchio
    Iniziata da rb1 Domenica, 15 Febbraio 2015 2 risposte

    Grazie dottore per la sua risposta, ho già effettuato 3 visite e mi accingo ad effettuarne una quarta in questa settimana, a questo punto mi sento abbastanza scoraggiato ed insucuro...secondo potrebbe essere necessario un intervento? O potrebbero esserci alternative valide? In che modo dovrebbe essere valutata la tenuta del tendine? Grazie ancora

  • Claudia Eleuteri
    Lassità costituzionale
    Iniziata da Claudia Eleuteri Lunedì, 15 Dicembre 2014 2 risposte

    Gentile Claudia, non ho la competenza per poterle rispondere. Le chiedo di postare la domanda al dott. Francesco Squillino (FisioRiabilitazione). Grazie

  • matteo
    Integratori che aumentano il GH
    Iniziata da matteo Sabato, 01 Novembre 2014 1 Risposta

    E' vero che l'arginina è un amminoacido che stimola in modo fisiologico l'ormone della crescita. Questo è prodotto soprattutto durante la notte, pertanto il consiglio è di assumerlo la sera prima di andare a dormire.
    Tuttavia, il problema è legato all'età, in quanto a 18 si raggiunge ormai quasi la solidificazione delle ossa.

  • francesco
    Angioma L2
    Iniziata da francesco Domenica, 02 Novembre 2014 1 Risposta

    I dischi intervertebrali disidratati riducono le perfomance della sua colonna vertebrale, Trattasi di un fenomeno naturale legato all'usura di tutte le componenti del nostro organismo. L'angioma in L2 difficilmente è la causa del suo dolore lombare. L'angioma, ove fosse di dimensioni ampie, può comportare una frattura vertebrale. Trattasi di una evenienza assai improbabile proprio perché gli angiomi sono spesso di dimensioni minime. Il nuoto è appropriato. A presto.

  • Nicole De Bernardi
    Artrite reumatoide e bicicletta ellittica
    Iniziata da Nicole De Bernardi Domenica, 25 Maggio 2014 1 Risposta

    Mi dispiace non poterla aiutare. Non conosco la bicicletta ellittica. Faccia la visita dal reumatologo. Quanto descrive non sembra prodromico di un'artrite reumatoide.

  • Silvana Scardilli
    spina calcaneare
    Iniziata da Silvana Scardilli Mercoledì, 21 Maggio 2014 1 Risposta

    Premesso che non sono un fisioterapista, le onde d'urto non trovano indicazione. la spina calcaneale è indicativa di una infiammazione della fascia plantare che guarisce con stretching della fascia, FANS, ev intervento chirurgico è rappresentato dal release della fascia. L'intervento si fa in ospedale a totale carico del SSN.

  • trademark60
    spalla congelata
    Iniziata da trademark60 Giovedì, 15 Maggio 2014 1 Risposta

    La visita ortopedica è necessaria. La RMN depone per una sofferenza del muscolo sovraspinoso, compatibile con l'età. La rigidità di spalla riconosce diverse cause. In generale regredisce con terapia antinfiammatoria, neurotrofica e fisioterapica. Attraverso la visita ortopedica si stabilirà il programma più idoneo. a presto

  • trademark60
    spalla congelata
    Iniziata da trademark60 Martedì, 13 Maggio 2014 1 Risposta

    La mancanza di dettagli non mi permette di darle una risposta corretta ed esaustiva. In base al disturbo presente si stabilisce la terapia. S è rigida la chinesiterapia, se infiammata la crioterapia e gli antinfiammatori, ecc. Le iniezioni di cortisone sono da riservare ai casi estremi perché potrebbero innescare processi infettivi che darebbero conseguenze peggiori,. Ha fato valutare la spalla da un ortopedico? A presto

  • Zde
    RM COLONNA LOMBOSACRALE
    Iniziata da Zde Mercoledì, 14 Maggio 2014 1 Risposta

    La RMN dimostra la presenza della rottura del disco intervertebrale e la presenza di un'ernia a livello degli spazi fra le ultime vertebre. Queste ernie potrebbero determinare dolore alla gamba perché vi è un sciatalgia. Ne parli con l'ortopedico per la conferma diagnosi. A presto.

  • davide86
    dolore ginocchio
    Iniziata da davide86 Lunedì, 31 Marzo 2014 1 Risposta

    Potrebbe essersi verificata la lesione del menisco mediale. In questo caso dopo accurata visita ortopedica, il collega le potrà consigliare si sottoporsi ad una artroscopia per la rimozione del frammento meniscale. I tempi di recupero sono molto rapidi.

  • LUCIA
    AIUTO
    Iniziata da LUCIA Venerdì, 28 Marzo 2014 1 Risposta

    verosimilmente soffre di una sindrome del tunnel carpale, Su internet troverà informazioni a riguardo. Le consiglio di muovere le dita della mano, assumere dei neurotrofici come Destior cp: 1 cp al mattino, antiedemigeni come Pentaven cp: 1 cp con acqua x 2 volte die ed, infine un antinfiammatorio che le potrà consigliare il suo medico curante. Se permangono disturbi si sottoponga ad una visita ortopedica. Un cordiale saluto.

  • LUCIA
    AIUTO
    Iniziata da LUCIA Venerdì, 28 Marzo 2014 1 Risposta

    Premesso che Il primo consiglio che le posso dare e' di recarsi da uno specialista che possa seguirla da vicino, le rispondo consigliandole di praticare sport.In molti casi il solo aumentare il cibo non serve a molto.Pratichi del fitness ,esercizi di potenziamento con pesetti e non esercizi di resistenza o aerobici ed incrementi poi il suo apporto calorico,prediligendo cibi ricchi di proteine.La sua massa mucolare deve crescere attraverso alimenti di qualità ricchi di carboidrati e proteine ma pochi grassi.Prima dell'attività fisica assuma una fetta di pan di segale con del miele e dopo l'attività fisica una fetta di pan di segale con della bresaola. Poi faccia uan ricca colazione con cereali,un buon pranzo e una buona cena ricca di pesce e verdure.

  • LUCIA
    AIUTO
    Iniziata da LUCIA Venerdì, 28 Marzo 2014 1 Risposta

    La sua storia ed il referto RMN sono compatibili con un trauma del ginocchio complicato da una lesione del menisco e del legamento crociato anteriore. Il primo permette di migliorare il movimento reciproco fra femore e tibia, il secondo rende stabile il ginocchio nei diversi movimenti.
    Ritengo che non sia particolarmente giovane! Dovrebbe sottoporsi ad artroscopia del ginocchio per la regolarizzazione dei menischi. L'ortopedico che la seguirà stabilirà ev ricostruzione del legamento crociato. Non sottovaluti l'importanza della fisioterapia.

  • Eugesie
    Post-Operazione frattura scomposta tibia e perone
    Iniziata da Eugesie Sabato, 15 Marzo 2014 1 Risposta

    Confermo che la frattura al Perone nn comporta grossi problemi, ma aspettimo cosa ne pensa il dottor amministratore del forum

  • davino051
    Kinespring
    Iniziata da davino051 Domenica, 16 Marzo 2014 1 Risposta

    Mi dispiace non conosco il sistema cui fa riferimento. Io faccio uso delle iniezioni con acido ialuronico associate alla fisioterapia, oppure il gel piastrinico, efficace, infine l'intervento chirurgico di protesi di ginocchio o di rivestimento (arthrosurface). A presto.

  • Annie Puccio
    Coxartrosi
    Iniziata da Annie Puccio Giovedì, 13 Febbraio 2014 1 Risposta

    Oramai l'impianto di una protesi di anca è quasi routinario. Non conosco centri nella sua zona. Basta rivolgersi presso qualunque centro ortopedico della sua città per avere adeguate risposte. Normalmente la degenza dura 4-5 giorni e si esce deambulando con 2 bastoni. A presto.

  • lodovica
    osteocondropatia
    Iniziata da lodovica Martedì, 11 Febbraio 2014 1 Risposta

    Non so a cosa voglia fare riferimento l'intervento di ricostruzione della cartilagine: la metodica è possibile nel caso di lesioni limitate a piccole aree, Nel caso di un coinvolgimento di tutta l'articolazione sarebbe arduo pensare ad un intervento di mosaicoplastica o innesti. E' stata valutata la possibilità di effettuare dei cicli con acido ialuronico o fattori di crescita? trattasi di metodica che potrebbe aiutarla. Sono state valutate le cause che hanno determinato il suo danno articolare? A presto.

  • eklettika
    Suggerimento per dolore dopo 3 mesi da artroscopia
    Iniziata da eklettika Mercoledì, 05 Febbraio 2014 1 Risposta

    La RMN documenta che la forma del menisco è stata alterata dall'intervento chirurgico durante il quale è stata rimossa la minuscola porzione danneggiata di menisco. A volte il recupero può essere lungo, Perché non effettua un ciclo di iniezioni endoarticolari con acido ialuronico? In merito agli esercizi di fisioterapia dovrebbe porre la domanda al collega fisiatra. A presto.

  • nonnaclaudia
    ginocchio con cartilagini danneggiate e artrosi diffusa
    Iniziata da nonnaclaudia Mercoledì, 05 Febbraio 2014 1 Risposta

    L'iniezione di acido ialuronico ad alto peso molecolare si dimostra efficace per circa 5 mesi. Speriamo che magari gli effetti nel suo caso durino ancora di più.

  • dave
    Cervicalgia
    Iniziata da dave Martedì, 04 Febbraio 2014 1 Risposta

    Dovrebbe rivolgere la domanda al Fisiatra per competenza. La ringrazio.

  • Rosanna
    dolore al ginocchio
    Iniziata da Rosanna Venerdì, 31 Gennaio 2014 1 Risposta

    Quanto riferisce sembrerebbe possa riferirsi ad una lesione del menisco. cioè una struttura che posta all'interno del ginocchio permette il corretto movimento del femore sulla tibia. Se la RMN ne documenta la lesione, meglio se facesse una visita ortopedica, è verosimile che sarà necessaria una artroscopia per la cura della lesione: tale procedura richiederà circa 3 settimane per il completo recupero articolare. Un cordiale saluto-

  • babilosci
    distorsione alla caviglia del 13 luglio 2013
    Iniziata da babilosci Venerdì, 31 Gennaio 2014 1 Risposta

    Consiglio di fare valutare la sua caviglia ad un fisiatra che sarà in grado di determinare un eventuale danno residuo articolare-legamentoso e di stabilire quale è il programma riabilitativo più opportuno. Un cordiale saluto.

  • patri
    artrosi erosiva mani
    Iniziata da patri Martedì, 28 Gennaio 2014 1 Risposta

    Gentile signore-ra l'artrosi è legata al passare degli anni. Le consiglio di muovere molto del dita delle mani, ev applicare antinfiammatori locali come Artrosilene schiuma o Pennsaid gocce. Vi sono i controprotetori come Condronil complex buste: 1 al mattino. Consiglio di assumere antinfiammatori al mattino x periodi di 3 giorni consecutivi. A presto.

  • speranza
    cartilagine del ginocchio
    Iniziata da speranza Martedì, 14 Gennaio 2014 1 Risposta

    Sua madre presenta un'artrosi delle ginocchia, cioè il consumo delle cartilagini articolari. Oggi vi è grande confusione sulle cellule staminali, direi confusione ad arte perché qualcuno facilmente ne approfitta.... Nel caso specifico, è possibile ritardare un intervento di impianto di protesi di ginocchio con alcuni cicli di iniezioni endoarticolari di acido ialuronico: trattasi di una sostanza viscosa che favorisce lo scorrimento dei capi ossei del ginocchio e così si riduce il dolore. Vi è poi la possibilità di iniettare i fattori di crescita ricchi in PRP, trattasi di sostanza estratte, per centrifugazione, dalle piastrine del sangue prelevato dallo stesso paziente. Queste sostanza hanno dei deboli effetti sulla riparazione dei modeste lesioni della cartilagine, inoltre riducono abbastanza il dolore. è possibile anche associare l'acido ialuronico ed i fattori di crescita. Sono terapia da effettuare privatamente. Ulteriori notizie nel post che troverà al sito www.vinicioperrone.com/Pubblicazioni/…

  • wamatoc
    Artrosi anca
    Iniziata da wamatoc Domenica, 12 Gennaio 2014 1 Risposta

    Il dolore all'anca si manifesta soprattutto sotto carico e tende a ridursi o scomparire con il riposo al letto. Consiglierei un altro parere sulla diagnosi. In merito ai suoi quesiti sarebbe corretto porli al collega che la dovrà operare. Io le posso rispondere riportando la mia esperienza. 1) L'operazione va fatta quando vi è disponibilità da parte del chirurgo, col passare del tempo può aumentare il dolore e ridursi il movimento articolare. Dal punto di vista chirurgico non cambia nulla. 2) dopo 4 giorni il paziente rientra a casa deambulando in autonomia con 2 bastoni. 3) In merito all'anca e considerata l'età consiglio al paziente di riprendere a fare gradualmente tutto ciò che si sente in grado di fare. A volte la fisioterapia può innescare altre problematiche. Un'accurata tecnica chirurgica fa si che l'anca non necessiti di fisioterapia sotto ricovero.
    Spero di averla aiutata. A presto.

  • Dolores
    spalla congelata + calcificazione
    Iniziata da Dolores Venerdì, 27 Dicembre 2013 1 Risposta

    Sulle onde d'urto non sono d'accordo!!!. Consiglio una terapia antinfiammatoria energica x alcuni giorni e riposo articolare. quindi riprendere la fisioterapia intesa come chinesi attiva, tecarteapia, ionoforesi. Un distinto saluto.

  • Ale
    Artrosi ginocchio
    Iniziata da Ale Sabato, 28 Dicembre 2013 1 Risposta

    L'esperienza dell'acido ialuronico è buona, quella del gel piastrinico ottima, quella dell'acido ialuronico e gel contemporaneamente eccezionale. In Puglia la terapia non è in convenzione con il SSN. E' sicuramente costosa ma a 56 anni sarebbe opportuna al fine di ritardare l'intervento chirurgico. Un distinto saluto.

  • santmiche
    Istruzioni Discordanti su riabilitazione post intervento LCA
    Iniziata da santmiche Sabato, 28 Dicembre 2013 1 Risposta

    Ritengo che dopo 10 gg può dare un carico quasi completo, quanto tollerato dal dolore. Deve cercare di raggiungere subito l'estensione del ginocchio,però senza rischiare di infiammare il ginocchio, quindi ci vuole cautela ma anche decisione. Ritengo che entrambi abbiano ragione. riferisca quanto rilevato dall'ortopedico ed il fisioterapista sicuramente le verrà incontro. Un distinto saluto.

  • Tazzi
    dolore bilaterale ginocchi Sx e Dx
    Iniziata da Tazzi Martedì, 17 Dicembre 2013 1 Risposta

    Verosimilmente vi è un eccesso di sollecitazioni sulle ginocchia, da qui il dolore e l'edema evidenziato dalla RMN. Consiglio di moderare la sua attività fisica!

  • lizzy
    Artosi caviglia.. Cosa fare?
    Iniziata da lizzy Mercoledì, 11 Dicembre 2013 2 risposte

    Buonasera Dott. Perrone,
    La ringrazio per avermi risposto.Ho 37 anni e l'idea di una artrodesi a questa età mi terrorizza. La zoppia sarebbe assicurata in questo caso? Ho fatto la prima infiltrazione di cortisone qualche giorno fa, ma non vedo grandi miglioramenti. Dovrei farne altre 2. Cosa ne pensa delle infiltrazioni a base di acido ialuronico? potrebbero aiutare? E con la protesi tornerebbe tutto come prima? Rimango in attesa di un suo cortese riscontro.
    Cordiali saluti

  • bo
    Frattura spina mediale tibiale
    Iniziata da bo Giovedì, 17 Ottobre 2013 1 Risposta

    Ritengo che debba valutare l'opportunità chirurgica.Un distinto saluto.

  • fantogas
    magnetoterapia
    Iniziata da fantogas Domenica, 03 Novembre 2013 1 Risposta

    La magnetoterapia è valida al fine di aumentare la circolazione sanguigna e migliorare la vitalità cellulare. In campo ortopedico è indicata nel dolore artrosico. Il collega che gestisce la fisioterapia saprà meglio aiutarla se lei sarà più circonstanziato. Un distinto saluto.

  • melgibson62
    informazioni kinespring
    Iniziata da melgibson62 Domenica, 17 Novembre 2013 1 Risposta

    Non conosco il prodotto. Mi dispiace.

  • claudio_81
    Recupero Frattura Vertebra D12
    Iniziata da claudio_81 Martedì, 26 Novembre 2013 1 Risposta

    I tempi di guarigione per una frattura vertebrale ammontano a circa 3 mesi. Il corsetto va indossato durante il giorno, non a letto. Se necessario per il lavoro, provi togliere il corsetto quanto necessario, eviti di flettere la colonna in avanti, abbia cautela nell'evitare grossi sbalzi. Assuma dei bifosfonati, chieda al medico curante. A presto.

  • Idatrento86
    muscoli del collo contratti
    Iniziata da Idatrento86 Domenica, 17 Novembre 2013 1 Risposta

    Potrebbe assumere dei decontratturanti come Expose 100 cp ed antinfiammatori per bocca (dicloreum 150) e locali (Pirobec schiuma): il medico curante le darà i dosaggi. La tecarterapia potrebbe accellerare il suo recupero. Un distinto saluto.

  • listi
    rmn ginocchi dx e sn cosa fare
    Iniziata da listi Sabato, 02 Novembre 2013 1 Risposta

    Ritengo corretto un primo approccio in artroscopia al fine di regolarizzare il menisco e ravvivare il metabolismo della cartilagine sofferente attraverso le nanoperforazioni, volte a far sanguinare la stessa cartilagine ed aiutare i processi riparativi. A presto.

  • freina
    Cartilagine del ginocchio
    Iniziata da freina Sabato, 02 Novembre 2013 1 Risposta

    Ritengo che quanto le è stato consigliato sia corretto. Allorquando il disagio e la deformità saranno importanti, la protesi totale di ginocchio rappresenta una ottima soluzione. A presto.

  • cleme77
    Delucidazioni referto rx rachide cervicale
    Iniziata da cleme77 Mercoledì, 16 Ottobre 2013 1 Risposta

    Trattasi della descrizione della morfologia delle vertebre cervicali. Nulla di patologico. Trattasi di una descrizione normale.

  • giacomo
    ARTROSI POST TRAUMATICA DELLA TIBIA TARSICA
    Iniziata da giacomo Venerdì, 11 Ottobre 2013 2 risposte

    grazie per il consiglio..ma mi permetto di porle un'altra domanda riguardo la protesi:mi hanno detto che la protesi, come dice lei da buoni risultati ma non nel lungo periodo, quindi dopo qualche anno dovrei rioperarmi.. ciò porta delle complicazioni? inoltre mi hanno messo al corrente su un altro metodo: quello di prendere dei tessuti dalla caviglia di un cadavere e impiantarmela, lei cosa mi può dire al riguardo?

  • Giusiamabile62
    cos'è la coxartrosi
    Iniziata da Giusiamabile62 Mercoledì, 09 Ottobre 2013 2 risposte

    A QUANTO già scritto, consiglio una terapia con antinfiammatori ed un ciclo di fisioterapia che deve comprendere la magnetoterapia. Importante sarà il controllo del peso e conservare un discreto livello di attività fisica. Un distinto saluto,

  • Fabino
    Rimosso
    Iniziata da Fabino Domenica, 06 Ottobre 2013 3 risposte

    Rimosso

  • axell4628
    risonanza magnetica ginocchio dx e ginocchio sx
    Iniziata da axell4628 Venerdì, 04 Ottobre 2013 2 risposte

    Per completare il mio "quadro" : ho 23 anni 1,70 di altezza per 65kg di peso. Farò come mi consiglia e la ringrazio dott. per la sua gentilezza e per l'attenzione riservatami. Grazie

  • Valentina
    Osteoporosi
    Iniziata da Valentina Domenica, 06 Ottobre 2013 1 Risposta

    non vi sono controindicazioni.

  • gigia
    in italia dove impiantano il kinesprig
    Iniziata da gigia Giovedì, 26 Settembre 2013 2 risposte

    Forse non sono capaci di lavorare e qualcuno mi ha detto che nnon si prendevano la responsabilita' della riuscita dell'intervento.spero di riuscire a trovare qualcuno che mi aiuti .perche ì e' meglio credere che provare a stare da anni con dolori giorno e notte . e certe giorni non riesco a piegare il ginocchio operato e quando mi alzo dal letto mi devo appoggiare al muro per non cadere.ciao tutti

  • casimiro
    cisti sinoviale pararotulea
    Iniziata da casimiro Mercoledì, 25 Settembre 2013 2 risposte

    Gent.le Dott. Perrone, condivido il suo pensiero, ho la diagnosi dell'ortopedico davanti e mi ha messo per iscritto previa valutazione ginecologica ed eco, dopodicchè provvederà al ricovero per effettuare la TAC e probabilmente il trattamento artroscopico. Mi creda sono seriamente preoccupata, ho paura che in qualche modo il problema di salute di mia figlia non venga affrontato nella maniera giusta. Mi sono spostata dalla Sicilia a Bologna per essere più tranquilla. Il trattamento artroscopico visto i risultati della RMN e dell'ortopedico in cosa consiste? Ci sono dei rischi?

  • luiro
    ernia discale
    Iniziata da luiro Mercoledì, 25 Settembre 2013 1 Risposta

    Le consiglio, se ha dolore, di effettuare una visita ortopedica. L'ernia del disco può dare diversi problemi crescenti nella gravità e, di conseguenza, la terapia va predisposta in base ai sintomi. Il corsetto può trovare indicazione in una fase acuta.
    A presto.

  • andreaTS
    possibili soluzioni per consumo delle cartilagini dei ginocchi
    Iniziata da andreaTS Venerdì, 13 Settembre 2013 1 Risposta

    Le iniezioni endoarticolari con acido ialuronio o con fattori di crestica potrebbero sicuramente farle evitare di operarasi. Ne parli con il suo ortopedico. A presto.

  • samu84
    lussazione al malleolo
    Iniziata da samu84 Giovedì, 19 Settembre 2013 1 Risposta

    E' norlmale che le dita del piede presentino una caduta degli strati più superficiali cutanei, conseguenza della riduzione dell'edema secondario alla frattura. Puo fare uso di una pomata esfoliante, Ricordi di tenete il piede un pollevato nel corso della giornata. A presto.

  • Fede
    Dolore al ginocchio
    Iniziata da Fede Martedì, 03 Settembre 2013 1 Risposta

    E' troppo generica la descrizione dei distubi della figliola. Verosimilmente non è nulla, forse stanchezza da sovraffaticamento. Faccia valutare la figliola al suo medico curante che la saprà consigliare al meglio ponendole domande utili al caso e soprattutto potrà visitare il giovane paziente. Un cordiale saluto.

  • Laura Bevil
    RNM ginocchio destro e sinistro
    Iniziata da Laura Bevil Lunedì, 09 Settembre 2013 1 Risposta

    Il dolore lamentato alle ginocchia potrebbe dipendere da una forma ed una sua posizione non ottimale. In simili circostanze la rotula scorre male sul femore e si infiamma provocando dolore. Sarà opportuna una visita specialistica ortopedica al fine di stabilire la reale causa dei suoi disturbi ed ev soluzioni mediche, fisioterapiche o chirurgiche. Un cordiale saluto.

  • mikegabr
    Ricostruzione LCA
    Iniziata da mikegabr Domenica, 25 Agosto 2013 1 Risposta

    Queste domande vanno rivolte al collega che opererà suo figlio. In quanto il collega , in tal modo, riceverà il suo consenso informato. Inoltre, la sua esperienza nel merito la aiuterà a comprendere benefici e rischi dell'intervento stesso. Un cordiale saluto.

  • baldo
    Operazione mininvasiva per coxartrosi anca
    Iniziata da baldo Martedì, 27 Agosto 2013 1 Risposta

    Io effettuo questo approccio chirurgico e lavoro a Gallipoli (Le).
    Torino, Milano altre sedi dove usano approcci mininvasivi.Grazie

  • Alexius
    Scoliosi e lombalgia cronica
    Iniziata da Alexius Lunedì, 12 Agosto 2013 1 Risposta

    La scoliosi è un problema molto complesso e per sviluppare metodi efficaci di trattamento è anche difficile, perché nella maggior parte dei casi non sanno nemmeno che cosa lo causa. Ciò non significa, tuttavia, che i medici non fanno tentativi di ridurre la gravità o addirittura eliminazione totale della scoliosi. Questi test hanno un diverso grado di efficacia nei primi anni del ventunesimo secolo, tuttavia, siamo in grado di fornire non solo un trattamento degno di attenzione, ma anche un paio di altri che ora sono rinunciato anche nonostante il fatto che diversi anni fa, i medici non avevano dubbi circa l'opportunità del loro utilizzo. Per quale dei trattamenti saranno offerti al paziente è influenzata da diversi fattori, per di più, almeno. Frequenza in questo contesto, si richiama l'attenzione alla gravità della malattia, i medici non ignorano tuttavia, stato generale del paziente. Altre attività intraprese nel caso di un adulto, e gli altri, quando il paziente è un giovane uomo il cui corpo è ancora in crescita e con il rischio di approfondire i cambiamenti che la causa della scoliosi è estremamente alto.

    Osservazione -
    Questo metodo viene utilizzato per pazienti il ​​cui radiografie confermato il verificarsi di scoliosi, eccettuate, tuttavia, è così piccola che è difficile anche dire se sia necessario accedere alla sua terapia. Si presume che la curvatura di raggiungere meno del dieci per cento è considerato allarmante, il monitoraggio dei pazienti è confermata dal fatto che sembra essere il caso. Nel caso in cui la curvatura superiore al dieci per cento del paziente viene salvata per il prossimo incontro con uno specialista durante il quale le radiografie sono fatti. Fino visita dovrebbe essere un massimo di sei mesi dopo il primo contatto con uno specialista durante il suo mandato sono confrontati perché entrambi i raggi X e l'analisi dello stato di avanzamento della malattia. Se la curvatura è aumentata e il tasso di variazione superiore a cinque gradi entro sei mesi - è idoneo per il trattamento della scoliosi. Un livello ancora maggiore di rigore dei medici deve se il paziente è un bambino o un giovane. Perché il suo corpo si sta ancora sviluppando, la decisione di trattare viene presa molto più rapidamente, in modo che la lesione non è impresso sulla sua salute fisica e salute mentale.

  • ANTO
    CROCIATO ANTERIORE ARTROSCOPIA
    Iniziata da ANTO Giovedì, 22 Agosto 2013 1 Risposta

    La tecnica è valida! Il danno al nucleo di accrescimento è modesto. Non preserva da una nuova rottura nel caso di un valido trauma allo stesso ginocchio. Spero che diventi un bravo calciatore.

  • atala40
    osteoporosi o tendinite?
    Iniziata da atala40 Venerdì, 09 Agosto 2013 1 Risposta

    Mon ho le competenze adeguate per risponderle, consiglierei di rivolgere la domanda ad un reumatologo. L'osteoporosi è definita malattia silente: di essa ci si accorge quando si fratturano le ossa. Il muscolo farà male per alctre cause. A presto.

Tour del sito

Chi è in linea