TERAPIA DELLA RETINITE PIGMENTOSA CON STAMINALI DA PELLE

  • 1578 visualizzazioni
Inviato Da: Riccardo Antinori . Categoria: Generale . Aggiunto il: 19 Febbraio 2016.
In questo video:
Descrizione
CRISPR significa Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats. Nel 2011 Emmanuelle Charpentier dell'Università di Umeå in Svezia e Jennifer Doudna dell'Università di Berkeley in California decidono di collaborare per studiare i meccanismi molecolari con cui i batteri si difendono dai virus che li attaccano. Entrambi i gruppi di ricerca avevano infatti capito che i batteri sono in grado di "riconoscere" i virus che li infettano mediante una specie di "memoria a DNA".
Grazie ai loro studi si puo modificare il DNA corrotto.
Più
Commenti
Riccardo Antinori
Riccardo Antinori
Editing genetico offre speranza per la cura della retinite pigmentosa

I ricercatori della Columbia University Medical hanno usato una nuova tecnologia di editing genetico per riparare una mutazione genetica responsabile della retinite pigmentosa (RP), una condizione ereditaria che provoca la degradazione della retina e porta alla cecità in almeno 1,5 milioni di casi in tutto il mondo.
I ricercatori hanno sostituito un gene difettoso associato ad una malattia con cellule staminali derivate dai tessuti di un paziente.
Hanno creato cellule staminali da un campione di pelle di un paziente affetto da retinite pigmentosa. Poichè le cellule staminali derivate dal paziente ospitavano la mutazione responsabile della malattia, il team ha utilizzato CRISPR per riparare il gene difettoso. Le cellule staminali possono potenzialmente essere trasformate in cellule retiniche sane e trapiantate nuovamente nello stesso paziente per trattare la perdita della vista.
Poiché le correzioni sono realizzate in cellule derivate dal tessuto del paziente, i medici possono reimpiantare le cellule nel paziente, con meno paure di rifiuto da parte del sistema immunitario.
5 anni

Tour del sito

Chi è in linea