Dott. Andrea Blasi (Ortopedia Chirurgia Anca)


Dott. Andrea Blasi (Ortopedia Chirurgia Anca)



Si è svolto presso lo Stockholm waterfront center l'importante congresso internazionale della European Hip Society che ha visto centinaia di professionisti da tutti i continenti confrontarsi sulle attuali e future tecniche terapeutiche relative ai problemi dell'anca.


Dal confronto è emerso che la protesi mininvasiva anteriore sta avendo sempre più diffusione in ambito internazionale e per molti costiuisce la prima scelta nella chirurgia protesica di primo impianto. Le considerazioni su questa tecnica riguardavano l'esperienza del chirurgo che si approccia per la per la prima volta ad eseguirla: "Occorre un periodo di formazione affiancati ad un esperto, non può essere considerata una tecnica one look - one made (una volta vista - una fatta).


Ulteriori informazioni: www.artrosianca.com


Sotoccolma


 





La Chirurgia Computer Assistita è una procedura chirurgica avanzata che permette il posizionamento delle componenti protesiche con altissima precisione.


La nuova generazone di dispositivi ci permette si eseguire interventi di protesi d'anca mininvasiva bikini computer assititi.


Infatti, grazie all'accelerometro ed al giroscopio presenti all'interno dell' i-Pod possiamo verificare in continuo e direttamente sul campo operatorio la precisione dell'intervento.


Fondamentali prametri come la lunghezza dell'arto e la geometria dell'anca possono essere ricostruiti con un livello di precisione molto superiore.


More info: www.artrosianca.com


cas


cas7


cas1 cas2


cas3 cas4


cas5 cas6


 


 





Questa nuova tecnica permette di aggiungere alle qualità della protesi d'anca minivasiva anteriore una cicatrice ancora più estetica che rimane "nascosta" sotto il "bikini".


Come noto la protesi d'anca mininvasiva permette attraverso una piccola incisione cutanea (7 cm contro i 15 cm tradizionali) il posizionamento della protesi senza danneggiare nessun tendine o muscolo.



Protesi Anca Mininvasiva Ceramica-Ceramica


 


I grandi vantaggi che si ottengono sono:



  • dolore praticamente assente nei giorni successivi all’intervento;

  • cicatrice molto piccola "bikini" o std

  • rapida ripresa del lavoro e dell'attività fisica;

  • pericolo di lussazione assente;

  • conservazione delle strutture anatomiche fondamentali per una buona biomeccanica e quindi ottima "sensazione" dopo l'intervento con grande sicurezza;

  • riduzione molto importante delle perdite di sangue;

  • durata della protesi che rispecchia i migliori risultati della letteratura.


Tutto questo porta a rendere molto più "leggero" l'intervento di protesi d'anca e ad avere un rapido recupero dopo l’intervento (circa il 30-40 % dei pazienti può abbandonare le stampelle dopo 4 giorni dall’intervento).


Dal 2006i ho integrato le mie competenze dedicandomi allo sviluppo e all'applicazione della via anteriore diretta mini-invasiva all'anca. Attualmente la eseguo in maniera routinaria con risultati molto soddisfacenti che rispecchiano le aspettative.


More info: www.artrosianca.com






banner
tra poco le informazioni di Italiasalute.it
Visualizza