8dd923c8b622a34d3b8f9bbeda01aedf.jpg
2c6ed2ffb1f7339d3d1ae6a24fefe825.jpg
fd2c39d1edabe92b4309bc042a2b7923.jpg
cccb2ae93594cc61a4c58628083bd9ea.jpg

1 2 3 4

Ultimi Articoli

Gli ultimi articoli dei nostri specialisti

Ultime domande

Le ultime domande rivolte alla community
Coronavirus, arriva il patentino per chi farà il vaccino anti-Covid
in Malattie Infettive 1 Risposta
Previsto un patentino per chi farà il vaccino anti-covid A license is provided for those who will
in Malattie Infettive 1 Risposta

I nostri medici

Elenco dei medici iscritti
Dott. Andrea Militello specialista Urologo/Andrologo Roma
Prof. Dott. Massimo Borghese. Foniatra Otorinolaringoiatra
Dott.ssa Luna Sifrani (Diabetologa)
Dott.ssa Paola Uriati (psicologa)
prof. dott. Silvestro Lucchese Chirurgia Generale e Colon-Proctologica
Prof. Dott. Zelano

Socialnetwork

  • Riscoprire la propria salute ha condiviso una foto.
    1 ora fa 48 minuti fa

    Le mie passioni, la mia curiosita', il Benessere
  • Eleonora ha creato un nuovo articolo

    2 ore fa 22 minuti fa

  • Eleonora ha creato un nuovo articolo

    3 ore fa 26 minuti fa

    LA SCRITTURA Come Cura e Conoscenza di Sé

    La scrittura di gruppo fornisce la possibilità di scrivere su di sé e rivedersi da prospettive differenti anche grazie allo scambio degli altri...

    Salute in rete - Campagne, indagini, eventi
  • Eleonora ha creato un nuovo articolo

    4 ore fa 32 minuti fa

    Arriva anche il vaccino di Oxford

    E venne il giorno del terzo vaccino per Covid-19. Questa volta è stato il turno del vaccino sviluppato dall’Università di Oxford, i cui diritti di...

    Malattie Infettive
  • noiweb
    4 ore fa 39 minuti fa

    Chi di voi ha eseguito un test rapido covid-19?
    www.noitest.it/test-rapido-covid-19/

  • Sperelli ha creato un nuovo articolo

    4 ore fa 54 minuti fa

  • Andrea78 ha una nuova cover profilo.

    ieri

  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi gruppo domanda
    ieri
    Mancanza di Coperture assicurative personali sanitarie

    Tecnica assicurativa Assicurazione Danni Perché preferiamo pagare le cure mediche senza avvalerci di polizze sanitarie? 4 Novembre 2020 In un Paese dove la spesa sanitaria continua a crescere sia per l’innalzamento della vita media che per l’aumento delle malattie di carattere cronico degenerative è allarmante il deficit tra polizze sanitarie e il fabbisogno di cure mediche, soprattutto se confrontato con gli altri Stati europei. di MR. OLIVIERO in collaborazione con Alessandra Pizzo Advertisement Sanità privata ma senza coperture assicurative Secondo una ricerca condotta dall’ANIA (Associazione Nazionale fra le imprese assicuratrici), pochissime persone in Italia godono di una copertura assicurativa in ambito sanitario che permetta loro di sostenere in tranquillità delle spese mediche, a volte anche onerose. E’ stato stimato, infatti, che per le cure mediche gli italiani spendono annualmente circa 36 miliardi «di tasca propria». Corrispondenti all’89% della spesa sanitaria privata totale. senza richiedere alcun supporto di carattere assicurativo. Una cifra destinata probabilmente a salire parallelamente alla crescita della spesa sanitaria globale. Basti pensare che solo vent’anni fa i costi sostenuti dallo Stato italiano per la spesa sanitaria ammontavano al 5% del PIL, mentre oggi hanno raggiunto circa il 6,5% del Prodotto Interno Lordo totale. Il rischio di una diffusa sottoassicurazione in ambito sanitario Quali possono essere le conseguenze di una così diffusa sottoassicurazione in ambito sanitario? Il rischio è quello di rendere il nostro Paese più vulnerabile e più esposto a inique sperequazioni sociali. Esponendo le famiglie italiane a situazioni di vero e proprio depauperamento economico nel caso in cui si verifichino eventi sfavorevoli. Nelle situazioni peggiori, alcuni cittadini non particolarmente abbienti potrebbero, addirittura, vedersi costretti a rinunciare alle cure. Il paradosso economico degli italiani Sarebbe opportuno, dunque, far comprendere agli italiani che quello che apparentemente potrebbe sembrare un costo sottoscrivendo delle polizze sanitarie per infortuni e malattie, potrebbe, in realtà, rivelarsi un oculato investimento per la propria famiglia, prendendo a modello quanto accade negli altri Stati dell’Europa unita. In particolare, occorrerebbe sensibilizzare i cittadini sui benefici che potrebbero trarre a fronte del versamento di un equo premio, anche in termini di uguaglianza sociale e salvaguardia del proprio patrimonio. Nel nostro paese, infatti, le assicurazioni sanitarie private rappresentano appena l’8%. Ancor più marginali le casse aziendali, all’1,8% e i fondi sanitari fermi all’0,8%. Un confronto con l’Europa Di gran lunga migliore, infatti, risulta l’incidenza dei risparmi dei cittadini per far fronte alle spese sanitarie negli altri Paesi europei. All’89% delle spese mediche sostenute dagli italiani attingendo ai propri risparmi personali si contrappone il 75% della Spagna e del Regno Unito. Il 55% della Germania e il 40% della Francia. Ancora migliore risulta l’incidenza in Paesi come l’Olanda (14%) contro una media europea dei paesi analizzati del 56%. Resta il fatto che in Europa la spesa sanitaria rappresenta, in media, quasi il 10% del Prodotto Interno Lordo. Con una preponderanza della spesa sanitaria pubblica che rappresenta il 7,3% del PIL, rispetto a quella privata che non supera il 2,7%. La sfida delle imprese assicuratrici in Italia? Far capire agli italiani l’importanza delle assicurazioni anche in settori diversi dall’obbligatoria Responsabilità Civile Auto

    Domande e Temi vari
  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi gruppo domanda
    ieri
    Covid, in Italia la più grande vaccinazione di massa: il piano Arcuri?!?

    Nei primi mesi del prossimo anno, secondo il piano predisposto da Arcuri, sarà disponibile il vaccino Pfizer in Italia per pazienti anziani, medici, infermieri e altre categorie più a rischio

    Piano Arcuri. A partire da fine Gennaio 2021 il vaccino Pfizer pronto in Italia per le categorie a rischio: medici e anziani (ospedali e Rsa) e altri soggetti più vulnerabili

    Arcuri plan. Starting from the end of January 2021, the Pfizer vaccine ready in Italy for the categories at risk: doctors and the elderly (hospitals and Rsa) and other more vulnerable subjects

    Malattie Infettive
  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi gruppo domanda
    ieri
    L’importanza del Laser nella medicina estetica

    Presentazione del libro del Dott. Heitor Teixeira Laser na Medicina Libro - Pj magazine A sei decenni dall’apparizione del Laser vi sono ancora molte argomentazioni da esplorare sulle sue potenzialità, applicazione e efficacia, particolarmente nel campo medico. Parlare del trattamento Laser partendo dalla sua genesi, attraverso la teoria e diversificazione del suo uso, non si traduce più soltanto nel desiderio di divulgazione di questa tecnologia, ma nello scopo preciso di effettivamente migliorare la qualità del paziente. Laser na Medicina - PJ magazineIl Dott. Heitor Teixeira, master in Chirurgia Laser presso l’Università di Réus-Tarragona e dottorato in Chirurgia presso l’Università di Santiago de Compostela, oltre essere Membro Fondatore e Consigliere Scientifico di ALTEC – Associazione di Terapia Laser e Tecnologie Relative, è uno dei nomi più rispettati nel campo dei trattamenti Laser per scopi medici. Con il suo nuovo libro, intitolato “Laser na Medicina”, presentato nella città di Porto, in Portogallo, il 27 ottobre di quest’anno, il Dott. H. Teixeira descrive la tecnologia del Laser come una delle innovazioni di grandissimo rilievo per il trattamento delle più svariate patologie mediche. La presentazione del libro è stata accompagnata da un’introduzione del Prof. D. A. Nascimento dell’IRC dell’Università di Coimbra, e dal Prof. Leonardo Longo di Firenze, altro esperto e autore di un capitolo del libro, oltre che dallo Scrittore Armindo Lima de Carvalho. Il Dott. H. Teixeira, oltre ad approfondire il tema grazie alla sua vasta e consolidata esperienza, ha riunito otto contributori d’eccellenza: Dott. Mariano Vélez, Dott. Leonardo Longo, Dott. Armando Mansilha, Dott. Joel Souhsa, Prof. Luis G. Arnaut, Prof. Carlos Serpa, Dott.ssa Carolina Cardoso Texeira e Dott. Tiago Guerra e Costa, tutti affermati professionisti che nel libro hanno condiviso la loro esperienza teorica e tecnica nell’uso del Laser. Nell’ambito dell’evento sono stati premiati con dedica autobiografica personalizzata sul libro medesimo, gli autori ed alcuni pregiati ospiti tra i quali il Dott. Luigi Fossati. Importante rilevanza nel libro si da all’uso dei trattamenti Laser nel campo di tutte le specialità, discipline della medicina, ed io qui in particolare ho voluto dare prevalenza a quella dell’Odontostomatologia e della Medicina Estetica. Uso del Laser in chirurgia ortodontica, implantologia e stomatologia I vantaggi dell’uso del Laser in chirurgia orale sono ormai riconosciuti a livello mondiale. Il suo effetto emostatico permette all’operatore di lavorare in condizioni di perfetta visibilità del campo operatorio, mentre l’effetto battericida garantisce la completa decontaminazione dell’area trattata e quindi riduce sensibilmente i tempi di guarigione. La precisione del taglio, la velocità di esecuzione, il minor riscaldamento della superficie trattata non richiedono l’uso di anestetici locali, se non in caso di particolare sensibilità da parte del paziente. Non sono necessari punti di sutura. Queste caratteristiche lo rendono particolarmente adatto ai trattamenti in: pedodonzia; gengivoplasticha; frenectomie e frenotomie; papillectomie e pulpotomie; ascessi (incisioni e drenaggi); laghi venosi; epulidi. Per combattere piorrea, gengivite espulsiva, parodontite cronica e recessione gengivale, il Laser risulta essere uno strumento efficace e veloce. L’azione decontaminante abbinata alla biostimolazione dei fibroblasti e degli osteoblasti, cura le gengive e l’osso in pochi secondi, riducendo i tempi di guarigione e non richiedendo l’uso di farmaci. La terapia fotodinamica per il trattamento delle tasche parodontali è particolarmente efficace; grazie all’utilizzo di uno speciale cromoforo, permette un’ulteriore riduzione della carica batterica residua, aumentando la possibilità di successo anche in casi particolarmente complicati. Inoltre, l’uso del Laser permette la sterilizzazione sia del canale radicolare che degli shunt dentinali in maniera veloce e sicura, oltre a compattare la guttaperca, occludendo il canale in maniera ottimale. Laser in Medicina Estetica Con i trattamenti Laser oggi si possono alleggerire le regioni del viso “cadenti” a causa dei piccoli accumuli di grasso che appesantiscono i tratti del viso, in modo semplice e veloce, senza interventi drastici come il lifting chirurgico. Una nuova procedura di Laser Lifting Interstiziale sfrutta piccole fibre sottili (100-200 micron) che hanno la capacità di “entrare” sotto pelle senza incisioni e luminoso intradermico. Mentre passano nel derma trasmettono energia radiante laser nel vicino infrarosso, ottenendo i seguenti risultati: immediata reazione di skin tightening; correzione dei piccoli cedimenti di viso, collo e braccia; attivazione e neoformazione di collagene; attivazione delle funzioni metaboliche della matrice extracellulare; stimolazione della vascolarizzazione; riduzione della linfa e l’adipe; ristrutturazione della cute. Contro il crono-aging c’è il nuovo metodo Light Lift, che agisce dall’interno, grazie all’effetto fototermico del laser e ad una microfibra ottica, che penetra sottocute senza alcuna incisione. Per il trattamento delle adiposità localizzate lo strumento utilizzato è un laser diodico della lunghezza d’onda di 1470 nm. È sufficiente l’introduzione sottocutanea di una microfibra ottica del diametro massimo di 0,1 mm per ottenere il risultato atteso senza l’impiego di cannule metalliche. Il calore, che viene trasmesso dal laser alla microfibra ottica e di conseguenza al sottocute, provocalo scioglimento dell’accumulo localizzato del grasso, lo skin tightening immediato dell’area trattata e la tonificazione dei tessuti a medio lungo termine, grazie alla sintesi di nuovo collagene. L’area trattata continua a ridefinirsi e migliorare la sua consistenza anche nei mesi successivi iltrattamento. Utilizzando questa metodologia è possibile eseguire una griglia sottocutanea o dermica profonda che stimola i tessuti e crea delle linee di temporanea retrazione fibrosa favorendo la ristrutturazione tessutale e la fotobiomodulazione connettivale. È importante sottolineare che i trattamenti Laser vengono eseguiti in un’unica seduta, ambulatorialmente, senza incisioni o tagli, con i prezzi molto inferiori rispetto agli interventi chirurgiciclassici. Inoltre, i trattamenti vengono fatti solamente in anestesia locale (o assenza di anestesia) e i tempi di recupero post operatori sono minimi o addirittura nulli. Il trattamento Laser non ha controindicazioni particolari e può essere quindi utilizzato anche in combinazione ad altri trattamenti di medicina estetica (es. Filler). Laser Na Medicina - PJ magazine Da sinistra: Dott. Heitor Teixeira con la Dott.ssa Carolina Cardoso Texeira con Dott. Leonardo Longo; invito al evento della presentazione del libro; Dott. Luigi Fossati, Dott. Longo e Dott. H. Teixeira; Dott. Longo con Dott.ssa Agnese Cremaschi e Dott. H. Teixeira.

    Chirurgia Plastica e Medicina Estetica
  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi stati
    ieri
    LINEE GUIDA "COVIDDI" (QUELLE VERE!) ????

    Ho atteso a scrivere questo post perchè sapevo sarebbero uscite a breve da un lato le linee guida USA sulla profilassi e trattamento del Covid, e dall'altro che la dott.ssa Bolgan (che ringrazio!) avrebbe concluso il suo meticoloso lavoro da chimica farmaceutica sulle indicazioni di medicina complementare e nutraceutica (dove sono anche inserite le mie indicazioni - pag. 50 e seguenti).

    Dalla sezione files del canale potete trovare scaricabili entrambi i documenti che vedete qui in foto.


    Preciso solo un paio di punti perchè da messaggi che mi avete inviato ho capito che per l'ennesima volta la stampa ha strumentalizzato, e chi ne capisce poco ha ulteriormente divulgato stupidaggini.

    Linee guida ufficiali sono queste, qualsiasi altra bozza non mi risulta esista, e se esiste è comunque una bozza e nulla di
  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi gruppo domanda
    ieri
    Covid, in Italia la più grande vaccinazione di massa: il piano Arcuri?!?

    Nei primi mesi del prossimo anno, secondo il piano predisposto da Arcuri, sarà disponibile il vaccino Pfizer in Italia per pazienti anziani, medici, infermieri e altre categorie più a rischio

    Piano Arcuri. A partire da fine Gennaio 2021 il vaccino Pfizer pronto in Italia per le categorie a rischio: medici e anziani (ospedali e Rsa) e altri soggetti più vulnerabili

    Arcuri plan. Starting from the end of January 2021, the Pfizer vaccine ready in Italy for the categories at risk: doctors and the elderly (hospitals and Rsa) and other more vulnerable subjects

    Malattie Infettive
  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi gruppo domanda
    ieri
    La pandemia da coronavirus non ha chiuso i wet market, lvalidata video inchiesta nell’inferno dei mercati cinesi???

    I wet market (Mercati umidi) in Cina continuano a essere aperti. Un’indagine di Animal Equality documenta le stragi e i massacri di animali ogni giorno in Cina, Vietnam e India. Il virus si propaga e la sofferenza degli animali è indicibile

    Wet markets in China continue to be open. An “Animal Equality” investigation documents the massacres of animals every day in China, Vietnam and India. The virus spreads and the suffering of animals is terrifying

    Malattie Infettive
  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi gruppo domanda
    ieri
    Vaccino Astra-Zeneca: “Forte risposta immunitaria negli anziani” I primi risultati della sperimentazione pubblicati dalla rivista Lance sarà davvero così???

    Forte risposta immunitaria negli anziani con il vaccino Astra-Zeneca

    Nella rivista The Lancet, un articolo spiega che il vaccino di Oxford, in collaborazione con Astra-Zeneca, ha registrato una forte risposta immunitaria nei pazienti anziani. Ulteriori studi seguiranno per confermare questo dato incoraggiante 

    In The Lancet magazine, an article explains that the Oxford vaccine in collaboration with Astra-Zeneca has experienced a strong immune response in elderly patients. More studies are kept on planning in order to confirm definitely this encouraging scientific detail 

    Malattie Infettive
  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi gruppo domanda
    ieri
  • Andrea78 condiviso Dr.ssa Agnese Cremaschi gruppo domanda
    ieri

Tour del sito